MotoGP, Paolo Ciabatti

MotoGP, Ducati: Lorenzo non è un obiettivo, Petrux o Dovi via

Paolo Ciabatti, ds Ducati, esclude il ritorno di Jorge Lorenzo. Uno tra Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci via alla fine di questa stagione MotoGP.

17 maggio 2020 - 17:20

La Ducati non ha ancora fissato nessun paletto per il futuro in MotoGP. Andrea Dovizioso e i vertici di Borgo Panigale sono lontani dal trovare un accordo. Da Danilo Petrucci si attendono risultati concreti, quindi difficilmente sarà riconfermato prima dell’estate. Johann Zarco vive con la speranza del team factory, ma a breve termine il salto sembra impossibile. Jack Miller pretende un posto nella squadra ufficiale, ma uno tra Dovi e Petrux dovrebbe lasciare. Infine Pecco Bagnaia, giovane in ascesa che scalpita per farsi spazio tra nomi consolidati dopo la sua stagione da rookie.

LORENZO FUORI DAL RADAR

Nonostante l’ampia scelta di piloti, Ducati nei mesi scorsi ha provato a convincere Maverick Vinales, poi Fabio Quartararo, ha sondato il terreno per Marc Marquez. Non gli è riuscito nessun colpo di mercato. Tant’è che qualcuno aveva ipotizzato persino di un corteggiamento nei confronti dell’ex Jorge Lorenzo. La secca smentita arriva dal direttore sportivo Paolo Ciabatti. “Non rientra nei nostri programmi. Ha firmato per la Yamaha, vuole essere solo un collaudatore e non lottare più un’intera stagione“. Nessuna decisione presa sulla line-up del 2021. “Non abbiamo ancora preso alcuna decisione – riporta Speedweek.com –. Tuttavia, crediamo che se avessimo continuità su almeno un lato del box sarebbe una cosa positiva“.

NESSUNA DECISIONE PRIMA DELL’ESTATE

Parole che lasciano intendere una ferma volontà di rinnovare, con uno fra Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci destinati a partire. Il nome più accreditato nell’ascesa al team factory è Jack Miller. Da escludere anche l’arrivo di un pilota della Moto2 in squadra, come avvenuto ad esempio con Alex Marquez. “I migliori piloti della MotoGP disponibili per il futuro fanno già parte della famiglia Ducati“, ha aggiunto Paolo Ciabatti. “Quest’anno i piloti veloci potrebbero apparire nel Mondiale Moto2, ma non saranno considerati per un team ufficiale della MotoGP. Un team di fabbrica ha un obiettivo diverso rispetto a un team clienti che dovrebbe creare talento. Nel team di fabbrica, hai bisogno di piloti che possano vincere subito le gare. Abbiamo una parte di questa varietà sotto contratto. Trovare i migliori non è facile“.

1 commento

ilduca196_13502995
13:10, 17 maggio 2020

Be almeno qualche buona notizia, ci siamo tolti definitivamente Lorenzo dalle scatole… Poi fra Petrucci e Dovi non c’è dubbio che l’obiettivo è tenere il Dovi, malgrado chi ha scritto l’articolo ha messo i due sullo stesso piano c’è un abisso, parliamo di un vice-Marquez marziano negli ultimi tre anni

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Marc Marquez e Valentino Rossi

Valentino Rossi o Marc Marquez? La scelta di Lucio Cecchinello

KALEX Moto2

Moto2, la tecnica: il dominio del telaio KALEX

MotoGP, Davide Tardozzi

MotoGP, Tardozzi: “Jack Miller-Ducati, vicini ad una decisione”