MotoGP, Jack Miller in Qatar

MotoGP, Ducati: grande rivoluzione nell’era del congelamento

Ducati Team soddisfatto dopo le due sessioni di test MotoGP in Qatar. Molte le novità in orbita Borgo Panigale alla vigilia del Mondiale 2021.

13 marzo 2021 - 13:27

Ducati e Jack Miller inizieranno la stagione MotoGP 2021 con i favori del pronostico. Per scaramanzia nessuno azzarda la parola “titolo”, ma la velocità raggiunta sul rettilineo di Losail impressiona gli avversari. I test sono cosa ben diversa dalle gare, soltanto il 28 marzo avremo le idee più chiare. Ma ancora una volta a Borgo Panigale hanno dimostrato di saper lavorare in grande. Prima rivoluzionando la line-up piloti, archiviando l’idea ormai vetusta di dover obbligatoriamente puntare su una stella della Top Class. Poi proseguendo il lavoro d’avanguardia in termini di aerodinamica.

L’introduzione del nuovo dispositivo holeshot ha fatto scuola. La carena con triple winglets pare abbia consentito alla GP21 di compiere un’ulteriore step di velocità nonostante il congelamento dei motori. L’obiettivo è aumentare il carico aerodinamico per migliorare il feeling in percorrenza di curva, il tallone d’Achille della Ducati negli ultimi anni. Ora hanno provato a spostare la posizione del motore per cambiare la distribuzione dei pesi. Così facendo si vuole fornire una sorta di effetto suolo quando la moto è ad un angolo di inclinazione completo, per aumentare il feeling all’avantreno.

La nuova aria Ducati

Step decisivi in una stagione MotoGP in cui l’evoluzione resta frenata dal regolamento anti-Covid. I primi effetti si sono visti in Qatar dove sarà fondamentale fare subito risultato. Jack Miller evidenzia le nuove sensazioni positive a bordo della Desmosedici. “La fiducia nella parte anteriore. Posso rilasciare i freni più facilmente, lasciare che la moto vada in curva e portare con me una discreta velocità. Non ho mai avuto questa fiducia, soprattutto nelle curve veloci. È fantastico ed è sicuramente il più grande vantaggio per me. E ovviamente è anche bello avere una buona velocità“.

Altrettanto fiducioso Pecco Bagnaia, quinto crono nella classifica combinata. “Penso che abbiamo fatto un ottimo lavoro. Mi sono sentito a mio agio sulla moto sin dall’inizio, abbiamo lavorato su due diverse opzioni di set-up e poi ne abbiamo selezionata una. Penso che siamo pronti per la prima gara“. Grande soddisfazione nel box Ducati al termine della pre-season MotoGP in Qatar. La nuova coppia factory piace ed esalta i vertici di Borgo Panigale. “Jack ha ripreso con la stessa mentalità con cui ha finito l’anno scorso. Questo mi fa ben sperare. Pecco lo vedo bello carico, tranquillo. Sono una bella coppia“. Negli altri due team ci sono ben tre rookie: Martin, Marini e Bastianini. “Questa ventata ringiovanisce non solo te, ma tutta la struttura“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

1 commento

Makiland
18:03, 13 marzo 2021

Sono giocatori esperti a BP … magari non le azzeccano tutte, rischiano molto e molto spendono, ma alla fine qualcosa vinceranno, spero in PB … così perchè è una simpatica canaglia !

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, circuito di Misano

MotoGP, meccanico espulso dal paddock: test PCR falsificato

daniel holgado moto3

Moto3: Daniel Holgado a Misano e Portimao al posto di Öncü

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: il commiato di mamma Stefania e papà Graziano