MotoGP, Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo

MotoGP, Ducati-Dovizioso: se salta la trattativa ecco Jorge Lorenzo

Jorge Lorenzo sembra pronto a tornare 'full time' in MotoGP in sella alla Ducati. Tutto è nelle mani della trattativa fra Andrea Dovizioso e Ducati.

22 giugno 2020 - 12:27

Il futuro in MotoGP per Jorge Lorenzo non è da escludere categoricamente. Dopo l’addio annunciato a Valencia il pentacampione non ha mai nascosto l’ipotesi, anche se remota, di tornare a gareggiare qualora si presentassero condizioni ottimali. In altri termini, il maiorchino attende notizie da Yamaha o Ducati. Con la M1 il feeling è sempre stato ottimale, una moto con cui ha vinto tre titoli in classe regina, un costruttore lieto di riaccoglierlo in veste di collaudatore. Subito dopo la rescissione del contratto con HRC Lin Jarvis, anche su consiglio di Valentino Rossi, si è precipitato a offrirgli i panni del tester. Peccato che l’emergenza Covid-19 abbia costretto a rivedere il programma di test e ad annullare le wild card.

LA SELLA DEL DOVI UNICA CHANCE

Jarvis ha spiegato a chiare lettere che Jorge Lorenzo aveva intenzione di rimettersi in gioco in MotoGP. Dietro la facciata delle wild card avrebbe voluto capire quanto potesse essere competitivo in sella alla M1. Ma il team Petronas SRT sembra ormai orientato a scritturare Franco Morbidelli e Valentino Rossi. Una mossa che spiazza i sogni del maiorchino ma non li spezza. Perché resta ancora una sella libera in Ducati, quella di Andrea Dovizioso, e Lorenzo si sarebbe offerto volontariamente. Già nell’estate 2020 Gigi Dall’Igna ha provato il colpaccio per un possibile ritorno, ma Honda ha alzato le barricate sventolando il contratto biennale da rispettare.

Adesso tutto è nelle mani di Andrea Dovizioso e del manager Simone Battistella. Ancora non c’è accordo sulle cifre, bisogna rivedere lo stipendio del 2020 e poi quello per la stagione MotoGP 2021 (con contratto annuale). Le parti sono ancora lontane anche se entrambe preannunciano la firma imminente. Viceversa, qualora qualcosa dovesse andare storto ribaltando il tavolo delle trattative, Ducati potrebbe optare per Jorge Lorenzo. La separazione a metà campionato 2018 è avvenuta un po’ a malincuore, proprio quando i risultati iniziavano ad arrivare. Jorge Lorenzo dovrebbe ovviamente accontentarsi di un ingaggio “umano”, ben lontano dai 12 milioni di euro a stagione.

3 commenti

matteochiarello197_14424442
17:05, 22 giugno 2020

Ma questo qua sa che cazzo sta facendo?????se ducati riprende lorenzo è meglio che s’impicchino tutti!!!ci vuole un minimo di serietà nella vita!!sulle doti del pilota niente da dire ma a livello di professionalità siamo sotto al letame!!prima tutto carino in Yamaha, poi gli dicono chiaramente che mamma Yamaha non la molla nessuno, tra l’altro,stranissimo che non voglia tornare all’Honda che va così forte!!!ed ora si offre a Ducati???un SIGNORE proprio!!!dovi chiudi sto cazzo di contratto!!!

    dinosaur_14861264
    11:16, 23 giugno 2020

    Interessante anche che ti vota contro, non ha il coraggio di argomentare: vigliaccamente si limitano al pollice verso!

    dinosaur_14861264
    8:40, 23 giugno 2020

    Condivisibile al 100%! Quello che mi spaventa è che, ad oggi, 8 ti hanno votato contro. Mi chiedo come si possa condividere il vergognoso comportamento dell’ex campione senza valore!
    In ogni caso, ancora una volta, si nota l’incapacità di Ducati di gestire il parco piloti: non gli basta essere stati fregati una volta, insistono!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Danilo Petrucci-Jack Miller e Andrea Dovizioso

MotoGP, Chicho Lorenzo: “In Ducati tutti stanno fallendo”

Marc Marquez e Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi-Marc Marquez: il paragone dell’ex campione

MotoGP, Marc Marquez e Alex Marquez

MotoGP, Puig: “Marc Marquez recupera più lentamente del previsto”