MotoGP, Jack Miller

MotoGP, Ducati: all’appello manca ancora Jack Miller

La stagione MotoGP 2021 di Jack Miller è iniziata in salita. Dopo tre gare è l'unico pilota Ducati con moto ufficiale a non essere salito sul podio.

22 aprile 2021 - 8:58

La stagione MotoGP di Jack Miller non è ancora decollata. 9° posto in entrambe le gare di Losail, caduta a Portimao. Nel mezzo un intervento per sindrome compartimentale che ha messo a dura prova il pilota australiano del team Ducati factory. A Borgo Panigale hanno optato per una filosofia di nuova generazione sulla line-up piloti e finora i risultati sono arrivati. Due podi per Johann Zar e Pecco Bagnaia (con pole), uno per Jorge Martin (con pole). All’appello manca soltanto ‘JackAss’.

12° in classifica piloti, si attende un balzo in avanti già a cominciare dalla prossima sfida di Jerez. Questa è la sua settima stagione in MotoGP e non ha mai ottenuto una certa costanza di buoni risultati. Ad eccezione del finale di campionato 2020, con tre podi nelle ultime sei gare. “È vero che Jack non ha fornito prestazioni costantemente al top durante l’intera stagione in passato“, ha ammesso Paolo Ciabatti a Speedweek.com. “Ma non dobbiamo dimenticare che l’anno scorso ha concluso in modo fantastico. Ha anche dimostrato di essere molto competitivo nei test in Qatar e ha ottenuto alcuni ottimi risultati quest’anno. Ha impressionato in qualifica con le posizioni di partenza 5, 4 e 4“.

Ma Jack Miller è stato chiamato in Ducati con il chiaro intento di vincere il titolo MotoGP. E finora è Pecco Bagnaia a rivelarsi il vero pilota di punta, contro ogni previsione della casa emiliana. “A causa dell’operazione all’avambraccio, Jack era ancora frenato in Portogallo – ha aggiunto Paolo Ciabatti -. Jack si è affermato ai vertici mondiali. Questo era già evidente nel 2020 alle gare di Valencia e Portimao. Ha lottato contro Morbidelli all’epoca e ancora non ha commesso errori con la strategia di gara“. Non solo un pilota promettente, ma anche un carattere esplosivo che aiuta a creare una buona atmosfera ai box. “È sempre ben creduto, sorride sempre e cerca sempre di mantenere le persone intorno a lui di buon umore e di farle ridere. Questa è una buona situazione“.

1 commento

makiland
12:10, 22 aprile 2021

JM, mi spiace dirlo, NON è un campione.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jack Miller sulla Ducati GP21

MotoGP, holeshot Ducati: nessuno provi a vietarlo!

bestia martin maro sava motogp

MotoGP, rookie a confronto: Bastianini, Martín, Marini e Savadori dopo 4 GP

MotoGP, Pecco Bagnaia e Luca Marini

MotoGP, ‘arm pump’: i commenti della VR46 Academy