MotoGP Catalunya: Martello Miguel Oliveira, ecco il primo centro 2021!

Miguel Oliveira è l'uomo del giorno in Catalunya. Strepitosa prima vittoria stagionale, sul podio Zarco e Miller, qualche disavventura per Quartararo...

6 giugno 2021 - 13:47

Più di uno aveva indicato Miguel Oliveira come uno dei due piloti da tenere d’occhio. E l’alfiere KTM Factory rispetta le aspettative riposte in lui: gara da protagonista fin da subito, il duello con Quartararo, un ritmo martellante che vale infine l’allungo decisivo. Festa per il costruttore austriaco, festa per il pilota portoghese, che insieme mettono così a referto il primo successo di questa stagione MotoGP 2021. Sotto l’occhio attento anche del collaudatore Dani Pedrosa, presente in questa occasione. Ci prova sul finale Johann Zarco, che infine è secondo ad un decimo ma ritrova così il podio mancato di un soffio al Mugello. Terza piazza per Jack Miller, che beneficia di una sanzione e di qualche ‘intoppo’ per Fabio Quartararo. Tante cadute a referto, compresi il duo Repsol Honda e Rossi.

Le gomme

Non sono mancati svariati cambi dell’ultimo minuto, quindi proprio in griglia di partenza. Alla fine ecco lo scherma aggiornato. Con un ultimo appunto: Aleix Espargaró infine punta sulla stessa combinazione di Alex Márquez, ovvero la soft posteriore.

Sanzioni e cadute: Repsol Honda KO

C’è qualche problema ancora prima dello schieramento in griglia. Nel giro d’uscita infatti Martín è protagonista di un incidente: riesce a tornare al box, ma si ritrova a scattare dalla pit lane. Pochi giri e la gara di Pol Espargaró si conclude nella ghiaia della curva 5, incidente in curva 9 invece per Petrucci, a referto qualche giro dopo un altro botto per Marc Márquez, giù alla curva 10. Nakagami riceve una Long Lap Penalty per un taglio nelle prime due curve, doppia per non averla scontata correttamente. KO anticipato anche per Aleix Espargaró, a terra alla curva 10, stesso punto in cui a meno otto giri cadrà anche Rossi. Doppio zero Tech3, con un incidente verso la fine anche per Lecuona (curva 13).

La gara

Quartararo, Miller ed Oliveira sono nettamente i migliori in partenza, non male nemmeno Mir che si è portato immediatamente a ridosso del trio di testa, con Aleix Espargaró e Zarco subito dietro. Disastroso via invece per Morbidelli, che in breve tempo finisce fuori dalla top ten e costretto ad una difficile rimonta. Passa presto al comando l’alfiere KTM senza però riuscire a staccare gli inseguitori, ed è così che risalirà Quartararo, sceso inizialmente di qualche posizione prima di rifarsi sotto. In breve tempo saranno in cinque in fuga: è duello tra il poleman ed Oliveira, con Mir, Miller e Zarco però in agguato poco dietro, con Viñales che si riaggancia. Impressionante il ritmo tenuto dal pilota portoghese, mentre accade qualcosa di strano a Quartararo: si apre la tuta, perde la protezione sul petto e si stacca definitivamente dal rivale. Oltre a ricevere 3 secondi di penalità per un taglio di pista, perdendo così il podio… Mentre Miguel Oliveira riceve l’applauso anche dei tifosi festanti sugli spalti, terzo trionfo in carriera ed il primo stagionale, stavolta con il team factory. Doppia rossa sul podio: Johann Zarco conferma la sua costanza, si rivede Jack Miller in top 3.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” Bestseller su Amazon Libri

La classifica

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

salac prustelgp moto3

Moto3: Filip Salac e PrüstelGP di nuovo insieme dal GP di Stiria

Moto3: Snipers Team, addio a Salac. Ad Assen arriva Alberto Surra

MotoGP, Pol Espargaro

MotoGP, Pol Espargarò prova diversamente: “Copierò Marc Marquez”