MotoGP Catalunya 2021

MotoGP, LIVE GP Catalunya: vittoria KTM, due Ducati sul podio

LIVE Gara MotoGP Catalunya 2021: la diretta del Gran Premio con aggiornamenti, tempi, classifica e analisi in tempo reale dal circuito del Montmelò.

6 giugno 2021 - 13:33

Miguel Oliveira regala la prima vittoria stagionale alla KTM. Sul podio Johann Zarco e Jack Miller. 4° Fabio Quartararo, 7° Bagnaia. Chiudono la top-10 Franco Morbidelli ed Enea Bastianini.

-2 giri: Quartararo perde la pettorina e una posizione. Oliveira al comando davanti a Zarco e Fabio. 4° Miller, 7° Bagnaia.

-4 giri: Binder soffia la settima posizione a Pecco. Quartararo insegue Oliveira a 4 decimi.

-6 giri: Gara finita anche per Iker Lecuona. 9° Morbidelli davanti a Bastianini. 12° Marini preceduto da A. Marquez.

-8 giri: Valentino Rossi è caduto in curva 10. La nuova top-5: Oliveira, Quartararo, Zarco, Miller e Mir.

-10 giri: Oliveira, Quartararo, Mir, Zarco e Miller raccolti in 1,4″. Il portoghese della KTM è l’unico, insieme a Brad Binder, a montare la gomma hard davanti.

-12 giri: Fabio Quartararo al comando, 10° Franco Morbidelli. Ma Oliveira si riprende la testa della gara…

-14 giri: Cade Aleix Espargarò, 13° Rossi seguito dal fratello Luca Marini. Bagnaia 7° e mette nel mirino Vinales.

-15 giri: Tra Oliveira e Quartararo tre decimi di distacco. 3° Joan Mir inseguito da Jack Miller. 12° Enea Bastianini.

-17 giri: Cade Marc Marquez alla staccata della 10 e chiude la gara. Quartararo all’inseguimento di Oliveira. 11° Franco Morbidelli, 15° Valentino Rossi.

-18 giri: Caduta per Danilo Petrucci. La top-10: Oliveira, Mir, Quartararo, Miller, Zarco, A. Espargarò, M. Marquez, Vinales, Binder, Bagnaia. “Pecco vuole spingere solo dopo metà gara, restiamo fiduciosi. Gli ultimi sette-otto giri saranno determinanti in funzione del consumo gomma“, ha commentato Davide Tardozzi.

-20 giri: Mir si riprende la posizione, caduta di Pol Espargarò alla curva 5. Intanto Marc Marquez sale di un’altra posizione. 14° Enea Bastianini. Caduta per

-21 giri: Marc Marquez sale in settima posizione, Franco Morbidelli 14°. Nel gruppo davanti Aleix Espargarò (che ha montato la soft) sorpassa Joan Mir in terza piazza. Valentino Rossi finisce nelle retrovie…

-23 giri: Oliveira passa al comando davanti a Miller, Mir, A. Espargarò, Quartararo. Nel frattempo Bagnaia 10°.

-24 giri: Miller davanti a Oliveira e Quartararo. 4° Zareco davanti a Mir e Vinales. Perde posizioni Bagnaia 13° che precede Valentino Rossi. 10° Morbidelli.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” Bestseller su Amazon Libri

Il pre gara

12:59 – Inizia il giro di ricognizione.

12:50 – Silvano Galbusera, neo capotecnico di Vinales: “Abbiamo cercato di fare un lavoro con calma e cercare un setting di base. Ha migliorato in tutti i turni ma serve un po’ di tempo. Al posteriore monterà la media”.

12:45 – Valentino Rossi correrà con una hard al posteriore e servirà una buona partenza per mantenere la scia dei migliori.

12:40 – Scampato il rischio pioggia, le temperature dell’asfalto si riconfermano superiori ai 40°C. Piloti oscilleranno tra media e hard al posteriore per avere più prestazioni nel finale. Nel giro di riscaldamento è caduto Jorge Martin alla curva 5 dopo aver perso l’anteriore.

Il riepilogo del sabato

Il Mondiale MotoGP corre la sua settima tappa stagionale. Si preannuncia l’ennesima battaglia Ducati-Yamaha, con una prima fila targata Quartararo-Miller-Zarco dopo le qualifiche di ieri. Il francese leader del campionato ha conquistato la sua quinta pole position consecutiva, dimostrando di aver un ottimo ritmo sul giro secco e un passo gara invidiabile. Il circuito dì Catalunya sembra favorevole alla YZR-M1 con le sue curve a veloce percorrenza, ma sul rettilineo di 1.047 metri il motore V4 della Desmosedici può far valere i suoi cavalli.

Ad aprire la seconda fila è la KTM di Miguel Oliveira, la “scheggia impazzita” che potrebbe ribaltare ogni pronostico. Dopo le novità introdotte al Mugello sulla RC16, il portoghese sembra ritornato ai rinomati fasti della scorsa stagione MotoGP. Al suo fianco Franco Morbidelli e Maverick Vinales che proveranno a dare una svolta al loro campionato. Pecco Bagnaia chiude la terza fila, ma c’è fiducia nel suo potenziale. “Pecco farà una grande partenza – prevede Davide Tardozzi -, amministrerà nei primi giri e poi imposterà il suo passo. Sarà importante che le due Ducati di Jack e Zarco riescano a bloccare Quartararo e Oliveira all’inizio, speriamo di fare un bel gioco di squadra“.

La pista catalana porta tradizionalmente bene a Valentino Rossi, undicesimo in griglia. Serve un buon risultato al veterano di Tavullia per continuare a giocarsi il rinnovo di contratto per il 2022. L’unica Honda nelle prime quattro file è quella di Pol Espargarò, dodicesimo. Marc Marquez, tredicesimo alla partenza, non è ancora in buone condizioni fisiche e seguire la scia di Miller nella Q1 non ha portato grandi vantaggi. Occhi puntati anche su Aprilia che va alla ricerca di ulteriori conferme: settimo Aleix Espargarò, ultimo Lorenzo Savadori. I semafori della MotoGP si spegneranno alle ore 13:00, domani ancora in pista per una giornata di test IRTA.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

moto2 morbidelli sachsenring

Moto2, Italia vincente al Sachsenring solo con Morbidelli. Ed in 250cc…

La Honda RC213V nel test in Catalunya

MotoGP, Alberto Puig: la Honda “total black” resta top secret

MotoGP, Franco Morbidelli e Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: “Il Sachsenring è una pista diversa”