MotoGP, Casey Stoner e Valentino Rossi

MotoGP, Casey Stoner: “Valentino Rossi mi ha impedito di andare in Yamaha”

Dopo l'addio di Valentino Rossi alla MotoGP parlano alcuni storici rivali: Max Biaggi, Jorge Lorenzo e Casey Stoner. L'australiano confessa: "Qualcuno mi ha impedito di andare in Yamaha".

19 novembre 2021 - 15:14

Ad una settimana dal ritiro di Valentino Rossi dalla MotoGP parlano i suoi più acerrimi avversari. In un mini documentario in onda su DAZN parlano Max Biaggi, Jorge Lorenzo, Marco Melandri e Casey Stoner. Svelano alcuni retroscena delle loro carriere, rivelazioni tenute silenti per anni, sensazioni mai esternate. Le storie più emozionanti svelate al termine dell’era di Valentino Rossi, conclusasi a Valencia domenica 14 novembre, durata ben 26 stagioni.

Sembra appositamente creata quella tra il Dottore e Max Biaggi. Iniziata fuori dalla pista e accesasi sull’asfalto del Motomondiale, non senza qualche tensione sfociata in aggressioni fisiche tra i team. “In quel periodo storico c’era bisogno di una grande rivalità. Guarda caso c’erano due italiani, quindi hanno fatto in modo che questa rivalità si incendiasse anzitempo. Perciò io e Valentino venivamo presi in inganno facilmente. Poi quello che succedeva tra noi lo dicevamo senza filtri“.

I retroscena di Jorge e Casey

L’esordio di Jorge Lorenzo in MotoGP ha acceso subito gli animi in Yamaha. Avversari nello stesso box per sette anni, una cortina di ferro tra i due che ha costretto Lin Jarvis ai lavori forzati per fare da mediatore. Il maiorchino non si è mai piegato allo strapotere mediatico di Valentino Rossi, anche a costo di risultare poco popolare. “Ho tanto rispetto per Valentino, ma per me non è come un Dio. Perché se tu pensi che sia come un Dio, poi è impossibile batterlo. Queste dichiarazioni non sono piaciute, soprattutto ai tifosi di Valentino”.

Tra i rivali storici del pesarese una particolare attenzione merita Casey Stoner, due volte campione del mondo. Leggendario il sorpasso al Cavatappi nel 2008, al limite del regolamento. L’australiano aveva provato l’ingresso in Yamaha ma senza successo. “Ho cercato di essere compagno di squadra di Valentino per ben due volte, però qualcuno in Yamaha me lo ha impedito… probabilmente sai a chi mi riferisco. Mi sarebbe piaciuto tantissimo avere la stessa moto di un pilota come Rossi per poter imparare da lui“.

Che favola Marco Simoncelli! “58” racconto illustrato in vendita anche su Amazon Libri

1 commento

alerondina5_15746688
9:08, 20 novembre 2021

Quando hanno lasciato loro nessuno se n’è accorto e questo rode molto

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez 100% riposo. Puig: “Problema inaspettato”

Valentino Rossi Ranch Tavullia

Valentino Rossi promette battaglia: i campioni arrivano al Ranch di Tavullia

MotoGP, Fonsi Nieto

MotoGP, Ducati Pramac nomina il sostituto di Francesco Guidotti