MotoGP, Pecco Bagnaia

MotoGP, Bagnaia contro Miller o Quartararo? “Bisogna battere tutti”

La MotoGP sbarca al Mugello, le speranze dei tifosi italiani su Pecco Bagnaia e Ducati. Ma l'allievo VR46 dovrà fare i conti con Miller e Quartararo.

25 maggio 2021 - 9:30

Nelle prime cinque gare MotoGP Yamaha ha conquistato tre vittorie, Ducati due. Al Mugello il team di Borgo Panigale vorrà pareggiare i conti e le speranze di tanti tifosi italiani sono riposte in Pecco Bagnaia. All’ex campione Moto2, secondo in classifica iridata a -1 da Fabio Quartararo, manca solo la ciliegina sulla torta: la prima vittoria in Top Class. Potrebbe essere il prossimo passo “psicologico” che gli consentirebbe di compiere l’ultimo step decisivo per ambire al Mondiale. In modalità rimonta ha mostrato di poter fare grandi prestazioni, ma per salire sul gradino più alto del podio bisogna partire davanti. Specialmente se in prima fila c’è una Yamaha…

In questa fase iniziale di campionato MotoGP si profila una battaglia tra Quartararo e Ducati. “E’ bello che diverse Ducati siano davanti – spiega Pecco Bagnaia -. E ci aiuta anche a spingerci un po’ di più a vicenda, ad avere un feeling migliore, magari a copiare i dati di un altro che è più forte in questo momento. È più facile ed è bello così“. Ma la vita di un pilota resta comunque “uno contro tutti”, al di là della livrea del tuo avversario. “Sono tutti avversari e quindi piloti che devono essere battuti. Quindi penso che non abbia molta importanza con chi combatti per il campionato del mondo“.

In un week-end del Mugello dove sembra difficile immaginare Valentino Rossi proiettato verso il trionfo, ci penserà Pecco Bagnaia a rendere onore al GP d’Italia. Gara a porte chiuse, ahimè, non senza amare critiche. Non resta che godersi la sfida MotoGP in TV, con il piemontese che dovrà vedersela soprattutto contro il compagno di box Jack Miller. Il lungo rettilineo toscano sarà terreno favorevole per le Ducati Desmosedici. Dovremo prepararci ad una sfida tutta interna alla Rossa come in F.1 avviene tra Bottas e Hamilton? “Devo dire che Hamilton e Bottas sono due grandi piloti. Bottas non corre per finire secondo”, ha risposto sorridendo Pecco. “In questo caso è secondo, ma solo perché Hamilton è il più forte di tutti. Da parte mia, sono felice di avere un pilota come Jack come compagno di squadra. Perché questo è sicuramente un incentivo per crescere“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

1 commento

FRA 1988
11:19, 25 maggio 2021

Bagnaia sta maturando e lo dimostrano i 5 risultati utili consecutivi( 3 podi). Gli manca la celebrazione ma se continua così la prima vittoria non tarderà ad arrivare.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi

Valentino Rossi: mani in pasta sul Mondiale, resta il rebus Aramco

alex rins motogp

MotoGP: Alex Rins è diventato papà, ecco arrivato il piccolo Lucas

voight agius cev moto3

Moto3, Paolo Simoncelli conferma Voight e Agius per il CEV 2022