MotoGP, Aragón: Alex Rins al primo trionfo 2020, Alex Márquez gran 2°

Alex contro Alex ad Aragón: alla fine è Rins a conquistare il primo successo del 2020, ma Márquez è di nuovo sul podio. Mir 3° e nuovo leader, disastro Quartararo.

18 ottobre 2020 - 15:49

Da quanto visto nei giorni scorsi era difficile pronosticare le difficoltà Yamaha, ed avere invece Alex Rins ed Alex Márquez letteralmente inarrestabili nel GP ad Aragón. Ma è quello che è successo in questo evento MotoGP. Alla fine è l’alfiere Suzuki a conquistare il primo successo stagionale, un gran ritorno alla vittoria dopo un inizio di stagione davvero difficile (con una spinta finale dai commissari per raggiungere il parco chiuso). L’ottavo vincitore diverso in 10 gare resiste di autorità agli assalti dello scatenato rookie Honda, che dopo il podio bagnato è splendido secondo su pista asciutta. Terza piazza finale per Joan Mir, che festeggia la leadership iridata visto il 17° posto di Fabio Quartararo.

Le gomme

Temperature più alte rispetto a quanto visto finora nel corso del weekend. Come annunciato durante il warm up, si conferma prevalentemente media-morbida come scelta, ma non mancano gli abbinamenti doppia soft o doppia media. Ecco la tabella riassuntiva.

La gara 

Partenza a fionda per il trio Yamaha, che si piazza subito in testa alla corsa tallonato da Rins. Da dimenticare invece lo scatto al via di Crutchlow, precipitato fuori dalla top ten. Dura poco la gara di Bagnaia, che chiude con un incidente un GP difficile, mentre abbiamo tre ragazzi spagnoli che si stanno mettendo particolarmente in evidenza. Rins sta dando parecchio filo da torcere alle Yamaha, Márquez in pochi giri diventa costantemente il più rapido in pista. Non manca un sorpasso memorabile di Mir ai danni del duo Petronas: in un colpo solo li supera entrambi. Il VIDEO del momento.

A 12 giri dalla fine sono in quattro in testa, a sancire un dominio spagnolo in casa: Rins, Viñales, Mir e Márquez diventano i dominatori del GP, almeno finché l’alfiere Monster Yamaha non perde terreno. Quartararo invece sta vivendo un incubo: possibili problemi alle gomme, ma ricordiamo anche il botto nelle FP3… Sta di fatto che perde sempre più posizioni e finisce addirittura fuori dalla zona punti. Il finale è Rins contro Márquez (non manca uno scossone per il rookie Honda), ma è l’alfiere Suzuki a conquistare la prima strepitosa vittoria stagionale. Dopo il podio sul bagnato, ecco il podio sull’asciutto per Alex Márquez, mentre Joan Mir è 3° ed è il nuovo leader iridato.

La classifica

1 commento

fzanellat_12215005
16:44, 18 ottobre 2020

La stagione regala un altro vincitore diverso e sembra una fotocopia del 2016( 9 vincitori diversi).
La Suzuki si conferma una moto adatta alla gara più
che in configurazione qualifica.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

quartararo motogp aragon

MotoGP, la tecnica: cos’è successo davvero a Quartararo ad Aragón?

alex rins motogp

MotoGP, Teruel: Alex Rins morale alle stelle. “Mi piacerebbe ripetermi…”

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Non siamo lontani dal nostro obiettivo”