Valentino Rossi, misano motogp

MotoGP: Andrea Dovizioso e Valentino Rossi, tocca a voi!

Il Gran Premio a Misano è ormai alle porte. Ci si attendono lotte serrate in tutte le categorie, MotoE compresa. Ragazzi italiani, fateci sognare.

9 settembre 2019 - 10:59

Il Motomondiale riparte dalla penisola italiana per quello che è il 13° appuntamento iridato. Dopo tre settimane di pausa si corre al Misano World Circuit, con quattro categorie in azione visto che ci sarà anche la MotoE. Sarà questo il terzo round della categoria elettrica, con ben due gare previste per il fine settimana. In Moto3 Lorenzo Dalla Porta approda a Misano come leader iridato, mentre in Moto2 Alex Márquez deve ripartire dopo l’errore a Silverstone. In MotoGP, Marc Márquez non corre pericoli per quanto riguarda la marcia verso il titolo, ma la gara potrebbe essere ancora una volta molto combattuta.

IL CIRCUITO

L’attuale Misano World Circuit Marco Simoncelli è un tracciato situato nel comune di Misano Adriatico. In precedenza era conosciuto come Circuito Internazionale Santa Monica fino al 2006, diventando poi Misano World Circuit dal 2006 al 2012. A partire da quell’anno è intitolato alla memoria di Marco Simoncelli, scomparso la stagione precedente. L’idea di un circuito nella ‘terra dei motori’ è nata negli anni ’60, diventando poi realtà nel 1972, quando viene inaugurato. Il tracciato di Misano è ormai parte anche del linguaggio degli appassionati, in particolare per i nomi di curve come Carro, Tramonto o Quercia. I primi GP del Motomondiale sono stati dal 1985 al 1987, ma è dal 2007 che è un appuntamento fisso del calendario del Campionato del Mondo. Ricordiamo anche un evento funesto: nell’edizione 2010 su questa pista il giovane pilota giapponese Shoya Tomizawa perse la vita durante la gara Moto2.

MOTOGP 

La lotta iridata è ormai da un po’ un capitolo chiuso, ma in pista non sono mancate comunque le battaglie. In Austria Andrea Dovizioso è riuscito ad avere la meglio su Marc Márquez all’ultima curva, a Silverstone invece è stato Alex Rins a trionfare nello stesso modo. Il tracciato di Misano potrebbe essere teatro di una nuova intensa lotta, per la gioia del pubblico che invaderà la zona nei prossimi giorni. Il ducatista in particolare si sta riprendendo da uno spettacolare incidente avvenuto in Gran Bretagna, ma la pausa di quasi tre settimane l’ha sicuramente aiutato e vorrà essere tra i protagonisti. I più attesi chiaramente saranno gli italiani: oltre a ‘Dovi’, occhi puntati anche su Valentino Rossi, Franco Morbidelli, Danilo Petrucci, Francesco Bagnaia e Andrea Iannone. A rinforzare la truppa tricolore ci sarà anche Michele Pirro, schierato come wild card dal team Ducati. Da vedere poi anche i progressi di Jorge Lorenzo, ancora convalescente dalla frattura a due vertebre rimediata ad Assen ma pronto per tornare in azione a Misano.

MOTOE 

Come anticipato, questo sarà il terzo appuntamento del nuovo campionato elettrico dopo la Germania e l’Austria. Stavolta saranno due le gare da disputare, una sabato pomeriggio ed una domenica mattina, con la E-Pole anticipata a venerdì. Si riparte da Mike Di Meglio in testa alla classifica generale grazie alla vittoria conquistata al Red Bull Ring, mentre il vincitore del primo round, Niki Tuuli, è sceso in quarta piazza dopo un weekend difficile. Bradley Smith è salito sul podio in entrambi gli appuntamenti, cercherà ora qualcosa in più, ovvero il successo. Per quanto riguarda gli italiani, Matteo Ferrari è stato il migliore in Germania (5°), mentre Alex de Angelis l’ha battuto in Austria, chiudendo appena giù dal podio. Da sottolineare poi anche un ottimo Sete Gibernau, sesto nell’ultimo round, ma tutti i ragazzi in azione in questo nuovo campionato possono puntare in alto.

MOTO2

Il grande errore di Alex Márquez a Silverstone ha un po’ rimescolato le carte per quanto riguarda la categoria intermedia. Vero è che lo spagnolo vanta ancora un buon vantaggio (35 punti), ma i rivali sono ora ancora più agguerriti e pronti a dare battaglia per ridurre ancora il margine del leader iridato. Appaiati dietro al pilota di Cervera ci sono infatti Augusto Fernández, Thomas Lüthi e Jorge Navarro. Il primo è reduce dalla seconda vittoria in carriera e chiaramente punterà al successo numero 3, mentre l’alfiere Speed Up è ancora a caccia del primo. Per quanto riguarda lo svizzero, serve qualcosa di più rispetto a quanto fatto nelle ultime gare, ma sarà anche lui della partita. Lorenzo Baldassarri, primo degli italiani in classifica iridata, vorrà sfruttare la tappa di casa per raddrizzare una stagione complicatasi dopo i tre successi nelle prime quattro gare. Attenzione anche a Fabio Di Giannantonio, top rookie a Silverstone, mentre Enea Bastianini è pronto a tornare dopo una doppia frattura ad un piede rimediata in Austria, che l’ha fermato nel precedente GP.

MOTO3

Nella categoria minore abbiamo come sempre una lotta molto serrata, ma la classifica iridata al momento sorride ad un italiano. Parliamo di Lorenzo Dalla Porta, che arriva a Misano come leader, vantando 14 punti di margine sul rivale Aron Canet. Il pilota di Max Biaggi è più che determinato a cancellare questo svantaggio, ma chiaramente non sarà solo una lotta a due. In primis ci sarà anche Tony Arbolino, sempre più competitivo e con tanta voglia di rendersi protagonista anche nella seconda tappa di casa (ricordiamo che al Mugello ha ottenuto il primo successo in carriera). Attenzione anche al suo compagno di squadra Romano Fenati, caduto a Silverstone per un contatto con un altro pilota e determinato a rifarsi. Non dimentichiamo anche Niccolò Antonelli ed i due ragazzi Sky VR46, Dennis Foggia e Celestino Vietti, oltre poi a Marcos Ramírez, John McPhee e tanti altri. Rientra Gabriel Rodrigo dopo l’ultimo doppio infortunio, mentre abbiamo due wild card: si tratta di Elia Bartolini, all’esordio assoluto, e di Meikon Kawakami, alla seconda occasione mondiale.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP GP Valencia

MotoGP Valencia: orari (TV e streaming) prove libere, qualifiche e gare

Valentino Rossi a Valencia

Valentino Rossi: “Non dovremmo correre a Valencia in questo periodo”

Marc Marquez a Valencia

MotoGP, Marc e Alex Marquez destini incrociati in Honda HRC?