MotoGP, Franco Morbidelli

MotoGP, allarme Franco Morbidelli: “Non ho le armi per combattere”

Franco Morbidelli fuori dalla top-10 nel quarto giorno di test MotoGP in Qatar. Il pilota Petronas SRT ammette: "Non ho il passo di Fabio Quartararo".

11 marzo 2021 - 10:08

Franco Morbidelli non centra la top-10 all’inizio della seconda sessione di test MotoGP a Losail. Chiude con l’11° crono nel day-4, ma c’è anche tanta stanchezza per il pilota Petronas SRT. “Abbiamo avuto più problemi rispetto agli ultimi due giorni. Non avevamo il passo gara e neanche per un giro siamo riusciti a tenere il passo. Non ho iniziato un time attack“. Sin dalla prima uscita stagionale è parso chiaro che la M1 abbia un deficit di potenza che si trascina da anni. Con il congelamento dei motori previsto per il 2021 sarà difficile colmare il gap. “I rettilinei e le zone di frenata non sono i nostri punti di forza. Siamo davvero deboli in rettilineo ed è per questo che siamo fuori portata quando si tratta di attaccare all’ingresso curva. Arriviamo alla curva molto più tardi“.

La spec-A resta indietro

La top speed non è certo l’arma vincente per puntare alla vittoria e al titolo MotoGP. Joan Mir lo ha dimostrato nel 2020, lo stesso Franco Morbidelli con le tre vittorie e le altrettante di Fabio Quartararo. “Non ho una moto con cui poter combattere gli avversari in pista. Ma posso ancora vincere se tutto combacia“. Per ripetere certi successi dovrà spingere al limite delle sue prestazioni. “Al momento non mi sento in grado di stare al passo con Fabio“. Nel debriefing post test del mercoledì chiude in anticipo la seduta a distanza. “Sono stanco. Sono sceso dalla moto, ho fatto le interviste in TV e volevo mangiare. Ma ho dovuto interrompere la cena perché era prevista la prossima conferenza stampa. Ecco perché sono solo stanco dopo una giornata così lunga di test, ma non triste per l’undicesimo posto“.

Nei giorni scorsi Franco Morbidelli ha provato un nuovo forcellone, ma non avrà a disposizione il telaio 2021. Quest’ultimo ha ricevuto l’approvazione di Valentino Rossi dopo diverse comparazioni. “Il nuovo telaio è un passo avanti, perché ha una migliore capacità in curva, poiché purtroppo con il telaio 2020 stavamo perdendo in curva. A questo proposito, questo è migliore. Non offre la stessa sensazione del 2019, ma è più simile e ha anche altri aspetti positivi“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

1 commento

Makiland
17:59, 11 marzo 2021

Ti auguro fortemente di trovare la strada per poter dimostrare ancora tutto il tuo valore !

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez: “Mia madre mi ha rimproverato, l’ho fatta piangere”

MotoGP, Sandro Garbo celebra Rossi in fumetto “Il mio Vale regala sorrisi”

brad binder motogp

MotoGP, Brad Binder miglior KTM: “Quasi con il gruppo del podio”