MotoGP, Aleix Espargaro

MotoGP, Aleix Espargarò: “Zarco non merita la Honda”

Aleix Espargarò critica l'atteggiamento di Johann Zarco, che prima ha lasciato KTM e poi rifiutato Avintia. La MotoGP si allontana per il francese.

18 novembre 2019 - 8:26

Molti pensano che Johann Zarco meritasse precedenza su Alex Marquez per la sella Honda lasciata libera da Jorge Lorenzo. Non è di questa opinione Alex Espargarò, pilota Aprilia, che chiude la stagione MotoGP 2019 in 14^ posizione. Nonostante molte difficoltà il pilota spagnolo non ha mai pensato di abbandonare  la marca di Noale e guarda con fiducia al nuovo progetto.

La scelta di correre con due fratelli è unica nel suo genere, potrebbe essere il vero “dream team” non riuscito con Marc e Jorge. “Se la Honda decide di prendere [Alex] Marquez, penso che sia la decisione migliore“, ha detto Espargarò. “Farei lo stesso se fossi la Honda, perché Alex è il campione della Moto2, anche Marc sarà felice. La gente dice che Zarco merita quella moto, per me non è vero. Per me se Zarco merita quella moto, Pol e io meritiamo dieci volte di più!“.

Il comportamento sprezzante del francese viene sottolineato da molti degli addetti ai lavori. E Aleix Espargarò va giù duro contro Johann Zarco: “L’atteggiamento che ha mostrato quest’anno, per me non è un atteggiamento professionale. Le persone intorno a me in Aprilia sanno quante volte ho pianto l’anno scorso, quante volte ho pianto quest’anno. Questo è il nostro lavoro, questa è la nostra vita. Molte persone dietro di noi, con molte famiglie, stanno lavorando molto duramente. Molte persone stanno investendo un sacco di soldi in questi progetti. Quindi se ti fermi e dici ‘questa moto è una merda, vado a casa’, per me non merita di andare sulla migliore moto e nella migliore squadra del mondo. È solo la mia opinione“.

Johann Zarco adesso si ritrova senza un team MotoGP per il 2020. La terza e ultima gara in sella alla Honda del team LCR si chiude ancora una volta con una caduta. Fortunatamente riesce ad evitare un brutto infortunio dopo essere stato falciato dalla KTM di Lecuona. Rifiutata l’offerta Avintia in modo criticabile, adesso l’unica soluzione potrebbe essere il ritorno in Moto2 con Marc VDS.

1 commento

marcogurrier_911
9:34, 18 novembre 2019

+1

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Takahiro Sumi

MotoGP, Sumi: “Sulle gomme di Rossi dobbiamo capirci meglio”

razali stigefelt petronas srt

Razlan Razali (Petronas SRT): “Yamaha contenta del nostro lavoro”

MotoGP, Valentino Rossi e Danilo Petrucci

MotoGP, mercato piloti: Ducati-Yamaha destini incrociati