MotoGP, Aleix Espargaro

MotoGP, Aleix Espargarò: nodo contratto da sciogliere in inverno

Aleix Espargarò ha concluso la sua quinta stagione MotoGP con Aprilia. Il contratto scade alla fine del 2022, in inverno discuterà l'eventuale rinnovo.

13 dicembre 2021 - 16:45

Correrà la sua quinta stagione in MotoGP con Aprilia, entro l’estate dovrà decidere il suo futuro. Il contratto di Aleix Espargarò, alla pari di molti colleghi della classe regina, scade alla fine del 2022 e potrebbe essere l’ultimo rinnovo. Dopo la conquista del primo podio con la RS-GP a Silverstone c’è maggior fiducia a continuare, magari con un contratto annuale. Ma da tempo ha espresso il desiderio di volersi dedicare interamente alla famiglia e alla passione per il ciclismo.

Aprilia e Aleix verso il contratto annuale

Una decisione ancora non è presa, forse sarà il test MotoGP di febbraio a schiarire ulteriormente le idee. Con l’arrivo di Maverick Vinales aumentano gli stimoli a restare, c’è collaborazione per l’evoluzione del prototipo. Allo stesso tempo si prevede una bella sfida interna fra i due connazionali, con Espargarò che ha spinto tanto su Massimo Rivola per portarlo nel raggio di Noale. “Mi sento motivato e sono fisicamente e mentalmente abbastanza forte da guidare per altri due anni“, ha detto l’alfiere di Granollers a Motorsport-Total.com. “Ma prima devo decidere se firmerò un contratto per il 2023 o per il 2023 e il 2024“.

La pausa invernale sarà il momento per discutere, pianificare i progetti a breve termine, capire come si evolverà la moto. In Aprilia potranno ancora usufruire delle concessioni, quindi sarà un cantiere aperto per tutto il campionato MotoGP 2022. “Dobbiamo migliorare piccole cose. Ci stiamo lavorando“. Prima dell’ultima gara di Valencia Aleix e Maverick sono stati in galleria del vento a Colonia per studiare i dettagli di aerodinamica ed ergonomia del modello 2022. Entrambi si spingono a vicenda. Nel 2015-2016 erano compagni di box in Suzuki, all’epoca Vinales vinse il duello. Adesso Espargarò vuole prendersi la rivincita: “Quando Maverick è venuto da noi, ho detto che volevo batterlo in ogni sessione. So che è una grande impresa, ma voglio provarci“.

“Come ho progettato il mio sogno” la magnifica autobiografia Adrian Newey, il genio F1

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP Joan Mir

MotoGP, Joan Mir vola a Sepang: tante novità e dubbi sugli avversari

Binder KTM MotoGP

MotoGP, Brad Binder: “Petrucci incredibile, che sfida alla Dakar”

MotoGP, Michele Pirro: “Sepang è un banco di prova importante”