tecnica aprilia motogp

MotoGP, la tecnica: Aprilia, caccia al grande passo per il 2022

Aprilia al lavoro per il 2022. Arriverà la svolta con Espargaró e Viñales? Rivediamo intanto alcune novità tecniche portate nei test a Jerez.

13 dicembre 2021 - 18:58

di Paul Emile Viel

C’è stato davvero molto da fare nei box delle case italiane nel corso dei test MotoGP ufficiali di Jerez del mese scorso. Nessuno dei due ha mostrato le proprie moto 2022 al completo, ma in queste prove hanno portato alcune nuove parti, seguendo una certa linea di sviluppo. Per Aprilia nuovi scarichi, un nuovo pacchetto aerodinamico, un nuovo telaio e qualche altra piccola novità. Vediamo cos’ha provato la casa di Noale.

Aprilia aveva un nuovo scarico da provare nei test, ma dalla forma molto simile a quello che già stanno utilizzando. Interrogato in merito, Maverick Viñales ha sostenuto che non c’è una vera evoluzione rispetto alla versione attuale. Come si vede qui in alto, la punta dello scarico è un po’ smussata e la forma della parte inferiore è diversa rispetto a quella della versione utilizzata nella stagione 2021.

Possiamo vedere la differenza in questa foto, dove appunto abbiamo la versione 2021. La filosofia è in gran parte la stessa, ma ci sono alcune differenze nei dettagli. Il compito del progettista del tubo di scarico è creare una zona di coppia del motore sufficientemente ampia da consentire al pilota, utilizzando il cambio, di mantenere il motore in quella zona per la maggior parte del tempo.

L’Aprilia ha apportato sviluppi tecnici anche per quanto riguarda il suo pacchetto aerodinamico. In questa foto possiamo vedere la versione utilizzata nella stagione 2021. Ma i piloti del marchio di Noale hanno testato anche due diverse versioni di un pacchetto aerodinamico più piccolo.

Ecco il pacchetto aerodinamico più piccolo che Lorenzo Savadori ha usato per un po’ di tempo. Ma quello che i piloti stavano anche testando era un’altra versione, ovvero questo profilo aerodinamico con alcune piccole modifiche. Maverick Viñales ha detto al team tecnico Aprilia fin dai suoi primi test che le alette attuali sono troppo grandi. Aiutano a ridurre notevolmente il wheeling, ma nelle curve veloci la RS-GP può sembrare pesante e dura nei cambi di direzione. Purtroppo non sono state rilasciate foto. Il pacchetto aerodinamico era in gran parte lo stesso ma, invece di una curva progressiva verso il basso, c’era una brusca discesa su entrambi i lati dell’aspirazione, oltre allo spoiler molto piatto verso l’esterno.

Un’altra cosa da provare per Aprilia era un telaio differente. Dall’esterno le differenze non sono così evidenti, ma c’è una differenza a livello della piccola sezione scavata appena sopra la staffa di montaggio del motore che è sopra il perno del forcellone. È visibile sul lato destro di questa immagine, appena a sinistra della saldatura sulla trave principale del telaio.

Maverick Viñales ha utilizzato telai diversi nelle ultime gare perché sentiva di aver bisogno di qualcosa di un po’ più rigido. Quel che è certo è che questi test hanno guidato gli ingegneri del marchio di Noale verso la direzione da prendere per la stagione 2022. La nuova RS-GP non comparirà fino al prossimo febbraio in occasione dei test ufficiali di Sepang e si attendono ulteriori sviluppi tecnici.

“Come ho progettato il mio sogno” la magnifica autobiografia Adrian Newey, il genio F1

Foto: Dorna Sports

L’articolo originale su paddock-gp

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP Test Sepang 2022

MotoGP, Test Sepang 2022: cosa bolle in pentola e novità box-to-box

Aleix Espargaro e Maverick Vinales

MotoGP, Vinales ed Espargarò a Noale: briefing sull’Aprilia RS-GP22

remy gardner motogp

MotoGP: frattura al polso per Remy Gardner, subito operato