MotoGP, Aleix Espargaro ad Austin

MotoGP, Aleix Espargarò 5 volte KO: “Dobbiamo capire perché”

Nel week-end di MotoGP ad Austin Aleix Espargarò è caduto cinque volte. Aprilia non è riuscita a trovare un setting di base, a Noale si studiano i dati.

4 ottobre 2021 - 15:32

Aleix Espargaró ritorna in Andorra dopo il peggior week-end di questa stagione MotoGP. Cinque cadute in tre giornate, l’ultima in gara dopo nove giri. Un Gran Premio iniziato male sin dal venerdì, con tanta rabbia per la decisione di approdare su un asfalto al limite della pericolosità. A distanza di una settimana dalla morte di Dean Berta Vinales, che ha spinto suo cugino Maverick a non partecipare a questo appuntamento. Adesso è tempi di ricaricare le batterie, fisiche e psicologiche, per arrivare nella miglior condizione a Misano-2.

Non senza analizzare quanto successo ad Austin. “L’unica cosa che posso dire è che la squadra ha fatto del suo meglio. Tutti gli ingegneri qui, compreso il tecnico di Vinales, abbiamo provato di tutto, perfino due moto completamente diverse nelle FP4″. Nel warm-up Aleix Espargarò ha provato un’altra moto, ma avvertiva troppe vibrazioni. La RS-GP21 non si è mai trovata a proprio agio tra dossi, buche e crepe, al contrario degli altri prototipi che si sono progressivamente ambientati all’irregolarità del circuito. “Sono stato molto fortunato. Cinque cadute e non mi sono fatto niente“.

Ad Austin senza un setting

A Noale studieranno i dati per capire cosa è successo in questo round di MotoGP che ha interrotto la scia positiva di risultati. “Ho chiesto a Romano (Albesiano) e a tutti gli ingegneri di trovare una soluzione, perché non sappiamo se torneremo qui. E voglio sapere perché la moto è andata così male. Dobbiamo capire se è dovuto al telaio troppo rigido, oppure se per mancanza di carico sull’avantreno, o se il carbonio con cui lavoriamo sulle selle è troppo rigido. Dobbiamo cercare la risposta“. A nulla è servito provare a giocare con le mescole. “Potevo frenare tardi, ma ogni volta che rilasciavo il freno lo sterzo si bloccava. Non aveva grip all’anteriore“.

Nei tre giorni in Texas lo staff Aprilia non è riuscito ad allestire una buona base su cui lavorare. Il dumping ha mandato in tilt il feeling tra Aleix Espargarò e la RS-GP. L’assenza di Maverick Vinales ha inoltre remato a sfavore, per la mancanza di altri dati con cui fare confronti. “La cosa positiva è che torno a casa“, ironizza il pilota di Granollers. “Siamo ancora ottavi in ​​campionato e stiamo vivendo una buona stagione… È la seconda volta che cado in gara, a Barcellona sono caduto ma ero nel gruppo davanti. Penso che in un campionato come questo siano concessi due errori e spero di finire meglio nelle ultime tre gare“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP focus: le corse in Italia fino al Santa Monica/Misano Circuit

MotoGP, Aleix Espargaro

MotoGP, Aleix Espargarò finisce ancora nel mirino degli haters

agostini mv agusta

Giacomo Agostini, giro d’onore a Misano con la MV Agusta Superveloce AGO