masia moto3

Moto3: rigettata la protesta di Sky VR46 contro Masiá per irregolarità tecniche

Sky VR46 aveva presentato formale protesta a Misano per presunte irregolarità tecniche sulla moto di Jaume Masiá. Dopo i dovuti controlli, è stata rigettata.

24 settembre 2020 - 17:50

Non ci saranno conseguenze per Jaume Masiá e Leopard Racing. Alla fine del secondo evento Moto3 a Misano, Sky Racing Team VR46 aveva presentato formale protesta per presunte irregolarità tecniche. I MotoGP Stewards hanno svolto tutti i controlli del caso e rigettato la protesta della squadra italiana, chiudendo così il caso.

Ciò su cui si era posta maggiore attenzione era la ECU della Honda del pilota spagnolo, che secondo il team Sky VR46 non rispettava le regole in essere. Nella giornata odierna c’è stato l’ultimo colloquio per prendere una decisione definitiva, con Luca Brivio in rappresentanza della struttura che ha come piloti Vietti e Migno.

In seguito alla protesta, presentata subito dopo l’evento di Misano-2, sono scattati tutti i controlli del caso sulla moto di Masiá, per valutare le presunte irregolarità. Nella giornata odierna, come detto, l’ultima riunione e la conferma che la formale protesta di Sky VR46 è stata respinta, senza quindi conseguenze per lo spagnolo ed il suo team.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Circuito di Catalunya

MotoGP, Catalunya: curva 10 completata, Dorna pronta al rinnovo

arbolino moto2

Tony Arbolino: “La Moto2? Devo aggiungere un po’ di muscoli…”

Bianchi 350 - Motomondiale

MotoGP, le case dimenticate: la meteora Bianchi ed i podi degli anni ’60