MotoGP, Jorge Lorenzo

Jorge Lorenzo: “Contro il Covid-19 prendiamo esempio dalla Cina”

Jorge Lorenzo si trova a Dubai per una vacanza, ma il Coronavirus inizia a impensierire anche lo Stato arabo. Il tester MotoGP sui social con la mascherina.

16 marzo 2020 - 22:16

L’allarme Coronavirus colpisce anche Dubai e gli Emirati Arabi dove da diversi giorni soggiorna Jorge Lorenzo. L’ex pilota MotoGP, in compagnia del youtuber Mario Ruiz, aveva in mente una vacanza senza freni, tra serate in locali prestigiosi e divertimento estremo. Ma il tester Yamaha ha dovuto rivedere i suoi piani. Sono 98 i contagiati negli UAE, ma nessun morto. Da oggi bar e pub sono stati chiusi per motivi precauzionali contro la diffusione del Covid-19. Anche i bar all’interno dei ristoranti saranno chiusi.

In una circolare indirizzata a “tutte le strutture alberghiere di Dubai”, il Dipartimento del marketing del commercio del turismo (DTCM) ha affermato che la mossa è in linea con le misure precauzionali per “garantire la salute e la sicurezza dei suoi residenti e visitatori”. L’ordine di chiusura temporanea resterà in vigore fino alla fine del mese. Le autorità hano dichiarato che “valuteranno continuamente la situazione” in coordinamento con le autorità sanitarie. Dubai aveva precedentemente annunciato la chiusura temporanea di tutti i cinema, i parchi, i centri di gioco elettronici e di divertimento.

L’INVITO DI JORGE A TUTTI I FAN

Consigliato l’uso delle mascherine, come dimostra Jorge Lorenzo in una immagine postata sui social. “Ehi ragazzi, stavo pensando di fare un video, ma sono sempre stato più bravo a scrivere che a mandare messaggi alla telecamera. In questo momento sono a Dubai. Qui al momento la situazione è (presumibilmente) migliore, ma mi sarei potuto trovare anche a casa mia a Lugano o in qualche altra città italiana o spagnola. Come vedete, in questi giorni non scrivo molto spesso, perché tutto questo ha sconvolto i miei/nostri piani. Ora è il momento di fare ciò che è veramente importante: prendersi cura della nostra salute e di quella dei nostri vicini, che in questi casi è la stessa“.

Dopo un primo momento di incoscienza tutti stanno prendendo le dovute contromisure. “Stiamo vivendo tempi difficili, tutto questo è qualcosa di nuovo per noi. E tra l’ignoranza iniziale e il non sapere come agire abbiamo peggiorato la situazione – ha proseguito Jorge Lorenzo -. Tuttavia, adesso non siamo più così ignoranti e abbiamo molte più informazioni per prendere la decisione migliore: fondamentalmente stare a casa e uscire solo per necessità primarie. Non è uno scherzo, la vita è troppo preziosa per essere complicata non facendo quello che dobbiamo fare. Abbiamo il miglior esempio in Cina, l’hanno preso in modo molto rigoroso e sembra che ci stiano riuscendo. Facciamo lo stesso! Restiamo a casa fino a nuovo avviso e tutto andrà bene“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi al Ranch

MotoGP, papà Graziano: “Valentino Rossi vuole chiudere vincendo”

MotoGP, Diego Gubellini e Fabio Quartararo

MotoGP, Diego Gubellini: “Il calendario non avvantaggia Fabio Quartararo”

MotoGP, Razlan Razali

MotoGP: Petronas frena sull’accordo con Valentino Rossi, ma la firma c’è