MotoGP, Sete Gibernau

Gibernau: “Con Valentino Rossi in Honda situazione particolare”

Valentino Rossi nella stagione MotoGP 2021 passa a Yamaha Petronas SRT. Sete Gibernau ricorda le disuguglianze di un tempo tra team factory e satellite.

5 settembre 2020 - 9:05

In attesa del prossimo appuntamento MotoGP a Misano Valentino Rossi e gli allievi della VR46 ritornano sul circuito di Pomposa. Le strette curve dell’impianto estense stanno diventando una seconda base di allenamenti per l’Academy che fra meno di una settimana torna in azione per il sesto round stagionale. Sarà un’occasione decisiva per il Dottore che, su un layout favorevole alla Yamaha M1, potrebbe fare un doppio scatto decisivo per la classifica.

A Jerez ha finalmente trovato un setting di base che si avvicina al suo stile di guida. Merito anche del lavoro del suo capotecnico David Munoz che ha portato un’aria di rinnovamento all’interno del suo box. “Al di là delle sue capacità tecniche, ha un approccio rilassato e trasuda ottimismo. Per il pilota è importante avere questo supporto ai box“, ha spiegato Valentino Rossi. Di certo l’ingegnere spagnolo passerà al team Petronas SRT nel 2021 insieme al campione di Tavullia, per l’ultima grande sfida della sua leggendaria carriera. Sarà Misano il giusto scenario per ufficializzare l’accordo? Per la riposta non resta che attendere…

Team factory e team satellite

Mai come quest’anno i team satellite stanno dimostrando di avere poco o nulla da invidiare alle squadre factory. Fabio Quartararo ha conseguito già due vittorie, Miguel Oliveira una. Sono ormai lontani i tempi in cui le squadre private non avevano nessuna possibilità di ambire al titolo e una vittoria sembrava quasi un miracolo. A tal proposito Sete Gibernau ricorda quando nel 2003-2004 ha gareggiato con la Honda satellite del team di Fausto Gresini.

Erano i tempi delle storiche bagarre con Valentino Rossi rimaste negli annali della MotoGP. “Era una situazione particolare, con Valentino nel team ufficiale Honda. Repsol e Honda avevano un contratto in cui il team ufficiale al 100% doveva essere il team ufficiale e un altro team non avrebbe mai potuto avere lo stesso materiale. Dopo la gara in Germania – ricorda Gibernau a DAZN – è successo che la Honda ha regalato a Valentino il prototipo del 2004 (eravamo nel 2003) e lui ha vinto tutte le restanti gare tranne Motegi“.

1 commento

fzanellat_12215005
15:13, 7 settembre 2020

Sete spiace dirlo ma l’unica costante era quella
di non essere un campione.
Rossi te le suonava senza sosta anche in Yamaha
e avevi il materiale ufficiale Hrc.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Pecco Bagnaia in Catalunya

MotoGP, Zarco preoccupa Bagnaia: “Se vince va nel team ufficiale”

motogp catalunya sky sport

MotoGP: Orari del 26/09 a Barcellona, diretta Sky Sport/DAZN e differita TV8

lcr honda motogp

MotoGP, Barcellona: Positivo un membro HRC nel team LCR Honda