Andrea Iannone motogp

Caso doping: Andrea Iannone squalificato per 18 mesi

Andrea Iannone squalificato per 18 mesi. Riconosciuta la contaminazione, il pilota reo di non aver controllato le sostanze proibite.

1 aprile 2020 - 12:27

L’attesa sentenza a proposito del caso di presunto doping di Andrea Iannone è arrivata. Il pilota di Vasto si è visto comminare una squalifica di ben 18 mesi. La Federmoto internazionale ha dichiarato lo stop per ‘The Maniac’ dal 17 dicembre 2019 al 16 giugno 2021. Scontato ora il ricorso al TAS, ma sarà difficile avere una qualche sentenza prima dell’estate.

La vicenda risale al Gran Premio della Malesia dello scorso 3 novembre. A fine anno sono giunti gli esami dei controlli antidoping svolti in quell’occasione: rilevata nel sangue traccia di drostanolone, una sostanza proibita per un pilota MotoGP, seguita alla sospensione. Nella sentenza si legge che Andrea Iannone è stato vittima di contaminazione alimentare per aver mangiato carne in un ristorante del posto.

Riconosciuta quindi l’involontarietà, ma la colpa del pilota però sarebbe di non aver controllato la lista delle sostanze proibite. Unitamente si ‘bacchetta’ anche Aprilia per non aver vigilato. Come detto, ora la difesa ricorrerà al TAS per ottenere l’assoluzione per Andrea Iannone. In caso di successo, il pilota abruzzese potrebbe tornare a correre.

2 commenti

Ringhietto
14:45, 1 aprile 2020

Che buffonata!
Ma stiamo scherzando??
Ma in quale ristorante sul menù si trovasse l’elenco di antibiotici e ormoni che vengono dati ai bovini…ma chi emana le sentenze dove diavolo vive??

    Macx
    15:25, 1 aprile 2020

    Purtroppo questi inutili,come un culo senza buco,della wada devono far vedere che ce l’hanno duro e infliggono queste sentenze “esemplari” per far vedere che esistono.
    Andassero a fersi un giretto nel calcio …………………

POTRESTI ESSERTI PERSO:

rins motogp

MotoGP: Alex Rins, finalmente il podio! Con ‘saluto’ e dedica a Luis Salom

marini moto2

Moto2, Luca Marini vince ancora: “Lowes molto veloce, poi la gomma è calata…”

MotoGP, Fabio Quartararo in Catalunya

MotoGP, Fabio Quartararo in stile Gomorra: “La mia vittoria più bella”