MotoGP

MotoGP: Spagna “agibile” già dal 20 giugno, un altro GP prima di Jerez?

Il campionato di calcio spagnolo riparte il 20 giugno. Facile intuire che Jerez sia già stata autorizzata dal governo iberico. Si può partire un mese prima?

9 maggio 2020 - 8:26

Buona notizia per la MotoGP: il governo spagnolo ha autorizzato la ripresa del campionato di calcio a partire dal 20 giugno. In chiave motociclistica significa due cose: che il”via libera” dell’Autorità che Dorna attende per correre il  Mondiale a Jerez dal 19 luglio, probabilmente è già stata concessa, si attende solo l’ufficialità. Inoltre se da metà giugno sono autorizzate partite della massima serie, con tutto quello che ne consegue, è facile immaginare che Dorna potrebbe avere una ulteriore finestra di un mese per programmare un altro triplo evento in terra spagnola, prima di Jerez. La MotoGP potrebbe ripartire più o meno in contemporanea con il calcio?

Liga dal 20 giugno al 26 luglio 

La data della ripresa del calcio spagnolo doveva restare segreta, ma è stata svelata dall’allenatore del Leganes, il messicano Javier Aguirre. Che intervistato da Marca Claro, ha dichiarato: “Ci hanno appena detto ufficialmente che la Liga riprenderà il 20 giugno e terminerà dopo 5 settimane, il 26 luglio. Le 11 giornate che restano si giocheranno con partite in programma ogni mercoledì e giovedì e ogni sabato e domenica.” La Liga spagnola ha smentito, per l’ovvio motivo che l’annuncio sarebbe dovuto arrivare dal Governo, non dall’allenatore di una squadra coinvolta nella lotta per non retrocedere. Ma, poche ore dopo, lo stesso Aguirre ha precisato: “Le date sono quelle e sono ufficiali. Poi è chiaro che il ritorno in campo sarà determinato dalle autorità governative e condizionato dall’andamento della battaglia contro il coronavirus. Posso correggere il tono delle mie dichiarazioni: diciamo che se tutto va bene il 20 giugno potremo giocare. E speriamo che sia così”.

MotoGP, un mese di anticipo varrebbe oro 

Far ripartire il Mondiale a giugno, invece che a luglio, varrebbe oro per Dorna. Che avrebbe un mese aggiuntivo per “spalmare” meglio date e circuiti, e ci darebbe  anche maggior respiro per squadre e piloti, attesi ad una stagione di impegni molto ravvicinati. Ricordiamo che a Jerez si correranno in successione due GP (19 e 26 luglio) e a seguire un round del Mondiale Superbike (1-2 agosto). Questo lascia pensare che il promoter avrà bisogno di “occupare” ciascun circuito per poco meno di un mese, onde permettere lo svolgimento di tutto il programma d’emergenza. Risparmiando soldi con la condivisione di varie strutture, inclusa quella di produzione TV. Vedremo che ne penserà Carmelo Ezpeleta, che ha promesso l’uscita dei nuovi calendari ad inizio giugno.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Dani Pedrosa: “Difficile immaginare il mondo dopo questo periodo”

MotoGP, Marc Marquez e Valentino Rossi

Valentino Rossi o Marc Marquez? La scelta di Lucio Cecchinello

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding: “Jonathan Rea non crolla sotto pressione”