MotoGP, Pecco Bagnaia

MotoGP, Pecco Bagnaia: “Mi ha scritto Casey Stoner”

Pecco Bagnaia affronterà la sua prima stagione MotoGP con un team factory. L'ex campione Moto2 ha fatto visita a Borgo Panigale.

19 febbraio 2021 - 21:12

Pecco Bagnaia ha visitato alla sede Ducati a Borgo Panigale, a tre settimane dal primo test MotoGP a Losail. Per l’allievo della VR46 Academy sarà la sua prima stagione con il team factory ed è atteso da un ulteriore salto di qualità. Nello stabilimento ha potuto ammirare il museo, la linea di produzione, chiacchierato con Claudio Domenicali e Davide Tardozzi. Ammira la tuta di Casey Stoner, l’ultimo pilota a vincere il titolo con la Rossa. “È piccolo, sembra basso a causa del suo vestito. Quest’anno mi ha scritto, soprattutto dopo le prime gare dell’anno” , ha confessato Bagnaia.

Tardozzi e Domenicali a colloquio con Pecco

La settimana scorsa, all’indomani della presentazione ufficiale del team MotoGP 2021, ha tenuto due giorni di test a Jerez. Il regolamento impedisce di testare con una Desmosedici, ma ha potuto riassaporare l’adrenalina della velocità con una Panigale stradale. Claudio Domenicali spera di ottenere grandi risultati dall’ex campione Moto2. “Ora, da un lato, hai la responsabilità di far parte del team ufficiale. Il nostro nome è Ducati, abbiamo la responsabilità di farlo bene. Ma d’altra parte, c’è il supporto di persone che si prendono davvero cura di te. Davide [Tardozzi] è uno di loro“.

Da parte sua il team manager ha rivolto parole di lode a Bagnaia. “Pecco è già più maturo con i suoi 24 anni. Il fatto che abbia vinto un mondiale e fatto grandi cose lo scorso anno, arrivando addirittura a toccare il fondo con un infortunio, significa che ha dovuto affrontare le maggiori difficoltà per un pilota. Gli ho detto che la cosa difficile è rimanere concentrati per dieci mesi all’anno. Svegliarsi ogni mattina, desiderando di ottenere quel risultato. Poi vai a letto la sera pensando sempre a quel risultato. Questa è la cosa più difficile“.

La sfida con JackAss

Al suo fianco ritroverà la terza stagione MotoGP consecutiva Jack Miller, entrambi promossi dal team satellite Pramac. L’australiano dovrà inevitabilmente trascinare il costruttore emiliano verso le zone alte di classifica. Anche se in questa stagione non sarà possibile apportare grandi modifiche alle moto, si fida del lavoro svolto durante l’inverno dai tecnici Ducati. Il primo banco di prova sarà il test in Qatar agli inizi di marzo. Jack Miller vestirà un po’ i panni del primo pilota, dovrà non far rimpiangere l’ex Andrea Dovizioso.

1 commento

Max75BA
9:08, 20 febbraio 2021

Quest’anno deve vincere una o più gare e piazzarsi tra i primi 5 nel mondiale, mi auguro che riesca anche a precedere il suo compagno di squadra…

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoE Test Jerez: Eric Granado top del Day3 e dei tre giorni

MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo: “Qualcosa non va sulla Yamaha”

aprilia motogp

MotoGP: Aprilia, si apre il 2021 con Aleix Espargaró e Lorenzo Savadori