Rossi-Marquez che scontro

MotoGP Misano: Maverick Vinales pole, Rossi-Marquez che scontro!

Sempre loro, i "nemici" di sempre: Rossi-Marquez si sono ostacolati nel giro tutto-o-niente fino al quasi contatto. Intanto Maverick Vinales firma la pole e gode

14 settembre 2019 - 17:30

Maverick Vinales partirà in pole a Misano ma la qualifica farà discutere per il quasi contatto all’ultimo passaggio dal Carro fra Valentino Rossi e Marc Marquez. Sempre loro, i nemici di sempre. Dopo essersi marcati a vicenda al penultimo passaggio, nel giro tutto-o-niente hanno spinto entrambi e lo spagnolo era in vantaggio al secondo settore, dopo un sorpasso clamoroso al Curvone ai danni di VR46. Che però al Carro è entrato all’interno, occupando la traiettoria di Marquez costretto quasi a fermarsi.  QUI IL VIDEO del pasticcio.  I commissari hanno convocato entrambi per le  16:45 in direzione gara.

VINALES SE LA GODE

Lo spagnolo ha girato in 1’32″265, festeggiando la 2° pole in stagione (non succedeva dal Qatar), l’ottava in top class, la numero 19 comprendendo tutte le categorie. Ma la vera sorpresa di questa qualifica è stata la KTM che ha lanciato in seconda posizione uno splendido Pol Espargaro. La MotoGP austriaca, che non scordiamolo corre in regime di concessioni tecniche (nove motori invece di sette, più test liberi) è scesa fino a 1’32″560. Completerà la prima fila Fabio Quartararo a conferma del gran potenziale della Yamaha M1 su questro tracciato.

MARQUEZ PARTIRA’ QUINTO

La sfida rusticana è costata a Marc Marquez una potenziale pole: il leader del Mondiale scatterà dalla quinta casella, seconda fila. Anche Valentino Rossi ha pagato: settimo tempo, terza linea. Davanti avranno Franco Morbidelli (tre Yamaha nelle top4), mentre Andrea Dovizioso porta un timido raggio di sole nel box Ducati risalendo in sesta posizione.

LA DISAVVENTURA DI MARC

A qualche minuto dalla fine di FP4 Marc Marquez era caduto alla Quercia, dopo che aveva realizzato 1’33″265 che resterà miglior tempo della sessione. Stavolta non ha funzionato il solito gomito salvagente (nel video qui sotto). La Honda non si è riaccesa, per cui il campione del Mondo si è dovuto incamminare verso il box, finchè un provvidenziale spinta-scooter non ha rimesso in azione il quattro cilindri RCV213V. Marquez ha comunque impiegato parecchi minuti a rientrare, e una buona parte della sessione.

DANILO PETRUCCI LONTANISSIMO

La Q1 aveva promosso Johann Zarco, finalmente incisivo con la KTM che lascerà a fine anno, e Joan Mir, scudiero Suzuki. Parecchi i big “spiaggiati” nelle retrovie. Clamoroso il caso di Danilo Petrucci, che partirà dalla 17° casella sul tracciato dove nel 2017 aveva “rischiato” di vincere. L’ufficiale Ducati avrà accanto un Jorge Lorenzo che proprio non riesce ad uscire dalle secche. Partiranno a centro gruppo Cal Crutchlow (quattordicesimo), subito dietro Francesco Bagnaia. Niente Q2 anche per l’Aprilia: Aleix Espargaro partità dalla 15° casella, Andrea Iannone non ha girato per la nuova contusione alla spalla sinistra, risultato di una nuova caduta in FP4. Difficilmente il pilota abruzzese prenderà il via.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi alla 12 Ore del Golfo

Valentino Rossi: “Il mio futuro è nell’Endurance con le auto”

MotoGP, Maverick Vinales

MotoGP, Maverick Viñales: “L’interesse Ducati mi lusinga”

tommaso marcon

MotoE: Tommaso Marcon e Lukas Tulovic al debutto con Tech3