MotoGP Test Portimao - Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Difficile dopo uno stop di nove mesi”

Jorge Lorenzo ha chiuso la prima giornata di test MotoGP a Portimao con 4,7" di gap dal più veloce. Giovedì proverà ad abbassare i tempi sulla Yamaha M1.

8 ottobre 2020 - 7:22

A distanza di otto mesi Jorge Lorenzo è tornato su una MotoGP, dopo lo shakedown a Sepang dello scorso febbraio. Sul circuito di Portimao, con una Yamaha M1 2019 a disposizione, ha iniziato a raccogliere dati importanti su gomme e set-up, in vista del GP del Portogallo in calendario il 22 novembre. Il maiorchino ha fatto i conti con una pista nuova per la classe regina, con i settori tre e quattro, dove gli impegnativi cambi di marcia portano le moto a staccarsi dall’asfalto.

Jorge andamento lento

Nel primo giorno di test MotoGP ad Algarve Jorge Lorenzo ha messo a referto circa 50 giri, 38 al mattino e 18 al pomeriggio. Il suo miglior tempo era di 1”44″910, ben 4,7″ più lento di Aleix Espargarò con Aprilia. Persino Maverick Vinales e Miguel Oliveira, entrambi con una R1 stradale, hanno girato più veloce. Dopo aver terminato questa prima giornata di test, lo spagnolo ha ammesso che “ovviamente non è facile guidare di nuovo una MotoGP dopo una pausa di nove mesi. Domani (oggi, ndr) giocheremo ancora un po’ con i settaggi per vedere se possiamo migliorare e fare una grande passo avanti“. Per quanto riguarda la pista, Jorge Lorenzo l’ha definita “meravigliosa” , una pista che a suo avviso “è unica rispetto ad altri circuiti ed è molto divertente“.

Oggi in pista a Portimao

Nel secondo giorno di test MotoGP a Portimao ci saranno solo i collaudatori dei sei costruttori. Jorge Lorenzo (Yamaha), Dani Pedrosa (KTM), Stefan Bradl (HRC), Michele Pirro (Ducati), Sylvain Guintoli (Suzuki ) e Lorenzo Savadori (Aprilia). Stavolta soltanto prototipi in pista, mentre i piloti ufficiali volano a Le Mans in vista del prossimo week-end di gara.

Seguici su Instagram per rimanere sempre aggiornato!

1 commento

corsedimot_15035767
7:01, 9 ottobre 2020

Mi sembra che un certo Casey Stoner, un vero campione, non come te, dopo periodi di stop anche più lunghi, fosse ancora il più veloce, almeno tra i suoi compagni di marca.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Bradley Smith

MotoGP, Bradley Smith e le ultime lamentele su Aprilia

alex marquez motogp

Spy MotoGP: Un nuovo telaio per i piloti Honda ad Aragón

savadori motogp

MotoGP: Lorenzo Savadori, Aprilia gli ‘regala’ Valencia e Portimao