Andrea Dovizioso MotoGP 2020

MotoGP, Andrea Dovizioso rifiuta Honda e Yamaha: sarà anno sabbatico

Andrea Dovizioso ha scelto di fare anno sabbatico nel 2021 e resterà fuori dal paddock della MotoGP. Per il forlivese è forse l'addio?

9 novembre 2020 - 14:09

Andrea Dovizioso ha deciso di rifiutare le offerte Yamaha e Honda come collaudatore per prendersi un anno sabbatico. Il suo destino vagava nell’incertezza da quando, nel GP d’Austria, ha annunciato che non avrebbe rinnovato con Ducati alla fine di questa stagione MotoGP. Chiude un’avventura durata otto anni con 14 vittorie all’attivo, tre volte vicecampione del mondo.

Da sempre il forlivese ha ammesso di non avere un piano B per il suo futuro e non ha mai escluso un anno di riposo. Nelle settimane scorse sembrava vicinissimo alla firma con Yamaha, con opzione sul 2022 nel team Petronas SRT, qualora Valentino Rossi decidesse di dire addio alla MotoGP. Ha auto contatti con Honda, per prendere il posto o affiancare Stefan Bradl. Aprilia si era detta onorata di poterlo avere in sella alla RS-GP.

Nel 2021 Andrea Dovizioso si concentrerà sulla sua passione per il motocross e mantenersi in forma per un eventuale ritorno in MotoGP nel 2022. L’età matura e l’anno di stop mettono a rischio la sua carriera, ma è consapevole che potrebbero non arrivare più convocazioni interessanti. Nei prossimi giorni renderà ufficiale la sua decisione. A questo punto sembra aprirsi la strada per Cal Crutchlow in Aprilia, qualora il Tas confermi la condanna per Andrea Iannone. E resta da capire se Yamaha deciderà di proseguire con Jorge Lorenzo oppure puntare su un collaudatore di secondo piano.

Foto: Getty Images

2 commenti

fzanellat_12215005
15:09, 9 novembre 2020

Un peccato che non si trovi una sistemazione adeguata per Dovizioso.Se perdi il treno della competizione diventa molto dura rientrarci con una moto ufficiale.

    Max75BA
    21:17, 9 novembre 2020

    Concordo e mi chiedo se Miller, Zarco e Bagnaia (ad oggi una bella promessa) siano in grado di far meglio del Dovi…soprattutto la Ducati se lo chiede???

POTRESTI ESSERTI PERSO:

quartararo vinales motogp

MotoGP: Yamaha, tre vittorie nei primi 3 GP. L’ultima volta fu nel 2010

MotoGP, Stefan Bradl

MotoGP, Stefan Bradl: “Rispettiamo la passione di Valentino Rossi”

MotoGP, Aleix e Pol Espargaro

MotoGP, Pol Espargarò: “Sono pilota grazie a mio fratello Aleix”