Alex Rins MotoGP

MotoGP, Alex Rins: “Andrò a Barcellona e deciderò se operarmi”

Domenica difficile per Alex Rins, ma sorride per la 3° posizione mondiale: ora relax, ma lo spagnolo potrebbe operarsi di nuovo. Matrimonio in vista?

22 novembre 2020 - 19:46

Alex Rins può vedere il bicchiere mezzo pieno nonostante una domenica difficile e la 2° posizione mancata. Dopo i dolori alla spalla destra del venerdì lo spagnolo ha scongiurato ulteriori problemi e ha potuto concludere la distanza di gara senza problemi, ma è mancata la solita velocità. Lo spagnolo ha faticato dopo una bella prima parte di gara a causa di una scelta di gomme infelice. Rins può comunque celebrare la top 3 mondiale e il titolo in Moto3 dell’amico Albert Arenas.

“Purtroppo non ho raggiunto l’obiettivo, da metà gara ho faticato. La partenza è stata buona e dietro Pol il mio ritmo non era male, ma giro dopo giro la spalla sinistra della gomma è calata”, ammette Rins. “Sembrava di correre sul ghiaccio e non ho potuto gestire la cosa. È un peccato non essere riusciti a combattere per il titolo costruttori e per la 2° posizione nella classifica piloti, ma alla fine il 3° posto non è male, sono contento. Chiudere in questo modo mi fa pensare al 2021 con una motivazione extra”.

Fortunatamente la spalla sta bene: “Ho avuto un po’ di dolore in tutto il braccio perché questa pista ha tante curve a destra. Ad ogni modo la mia spalla è okay, per fortuna”. Il pericolo di un’operazione però non è scongiurato: “Andrò a Barcellona per fare un controllo, sono 3-4 mesi che non la metto sotto esame. Non sento dolore all’osso, ma il braccio sembrava stanco anche se credo sia una cosa normale. Vedremo se sarà necessaria un intervento nell’inverno!”.

Alex Rins: “Matrimonio? Mi piacerebbe, ma…”

Tornando alla gara, Alex promuove a pieni voti Portimao: “Superare è difficile e la pista è impegnativa, ma allo stesso tempo è davvero bella. Anche riguardo alla sicurezza non ho niente da dire se non che il muro all’ultima curva forse è un po’ troppo vicino. È comunque un bellissimo circuito”. Non sa se dovrà tornarci nel 2021, ma Rins è già pronto alla sfida per il prossimo mondiale: “Lavorerò duro nella pre-stagione, come quest’anno. Siamo arrivati alle prime gare del 2020 forti, poi è cambiato tutto a causa del mio infortunio a Jerez”.

Adesso però ci sarà tempo per rilassarsi: “Voglio tornare a casa e non fare niente per un paio di settimane passando il tempo con la mia famiglia. Cercherò di non fare niente, ma sarà dura stare sul divano (risata)!”. Magari ci sarà il tempo anche per celebrare il titolo in Moto3 dell’amico Albert Arenas: “Ha fatto un lavoro incredibile, sono super contento. Non ho potuto vedere l’ultima curva perché stavo preparando le celebrazioni, ma è stata una gara da panico!”. E magari potrà anche trovare il tempo per sposarsi? “Mi piacerebbe farlo durante l’inverno, ma aspettiamo che finisca la situazione riguardante il Covid-19 per poter fare una grande festa!”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

quartararo vinales motogp

MotoGP: Yamaha, tre vittorie nei primi 3 GP. L’ultima volta fu nel 2010

MotoGP, Stefan Bradl

MotoGP, Stefan Bradl: “Rispettiamo la passione di Valentino Rossi”

MotoGP, Aleix e Pol Espargaro

MotoGP, Pol Espargarò: “Sono pilota grazie a mio fratello Aleix”