Alex Marquez

MotoGP, Alex Márquez: “A Jerez meglio che a Valencia”

Alex Márquez fa piccoli progressi nel test di Jerez. Attenzione puntata su gomme e freni. Nessuno scambio di idee con il fratello Marc all'interno del box.

26 novembre 2019 - 15:10

Alex Márquez ha intensificato il lavoro durante il test di Jerez e gira con un distacco di poco più di un secondo dal fratello Marc. Sciolta l’emozione per il debutto ufficiale nel team Repsol Honda, il campione Moto2 ha proseguito il lavoro su gomme e freni, per migliorare il feeling con la RC213V. Ha compiuto evidenti passi in avanti rispetto a Valencia, ha svolto qualche giro in tandem con il fratello iridato, ma nessun dialogo nel box. “Sto solo conoscendo la moto“, ha dichiarato il rookie di Cervera. “Sto conoscendo le nuove gomme e imparando a maneggiare la moto. Mi piace il circuito di Jerez più di quello di Valencia, forse è per questo che qui funziona meglio. Ma le cose devono continuare in questa direzione“.

Alex Márquez si è concentrato sulla Honda 2019, mentre lo sviluppo del nuovo prototipo è stato affidato a Marc. Ha girato anche sul bagnato nella seconda giornata di test per accumulare giri ed esperienza prima della pausa invernale. “Sto lavorando con il team per la prossima stagione e questo è positivo. Siamo nella fase della conoscenza – ha aggiunto -. Questa è la cosa più importante. Abbiamo provato piccole cose, ma ci siamo concentrati sul miglioramento delle linee, sullo stile di guida e come gestire la gomma usata“. Nessuno scambio di informazioni con Marc Márquez nel corso dei test. Entrambi hanno focalizzato l’attenzione sul proprio programma di lavoro, consapevoli che il maltempo avrebbe rovinato la seconda giornata di Jerez. “Non l’ho proprio visto“, ha sottolineato Alex. “Abbiamo molte cose da provare e mi sono concentrato sulle mie“.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo: “Ho dimostrato di meritare la Yamaha”

MotoGP furti Sepang

MotoGP, furti a Sepang: recuperata la refurtiva

Valentino Rossi

Valentino Rossi: “2020 anno cruciale: se non miglioriamo addio MotoGP”