torres motoe

MotoE, Misano-2: Zampata di Jordi Torres, ecco la prima E-Pole

Jordi Torres si assicura la prima E-Pole nel campionato MotoE. Lo spagnolo precede Matteo Ferrari e Dominique Aegerter, alle 16:20 scatta Gara 1.

19 settembre 2020 - 12:43

A sorpresa arriva la prima pole position per uno degli esordienti. Jordi Torres svetta in qualifica nel secondo round MotoE a Misano, ecco la prima affermazione in E-Pole. Lo spagnolo precede il campione in carica Matteo Ferrari (finora imbattuto su questa pista), completa la prima fila il leader in campionato Dominique Aegerter. Chi vincerà Gara 1? Alle 16:20 via alla prima competizione del weekend.

Qualifiche che scattano in ritardo per qualche problema tecnico, fortunatamente risolto in pochi minuti. I piloti escono uno alla volta (rovesciando la classifica combinata), completando tre giri in totale. Il primo di riscaldamento, il secondo valido per la classifica, il terzo più lento per tornare al box. Grande attenzione alla finestra di tempo utile per entrare in pista o si rischia la bandiera nera, mentre in pista bisogna evitare errori come uscite sul verde. Lo sa bene Granado, che la scorsa settimana ha perso il giro scattando dal fondo… Una novità è che per la prima volta si disputa la E-Pole al mattino, turno anticipato visto che nel pomeriggio c’è la prima gara del weekend.

Gara 1 che determinerà la griglia di Gara 2 (qui i dettagli). Rischia grosso Medina, che evita un highside di un soffio, mentre Casadei fin dall’uscita dai box accusa qualche problema: alla fine si rivela un guaio al transponder e gli viene concessa una nuova possibilità. Tutto imprevedibile e combattuto, con un rookie in pole position: Jordi Torres beffa tutti, scatterà dalla prima casella davanti a Matteo Ferrari ed a Dominique Aegerter.

La classifica

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Bradley Smith

MotoGP, Bradley Smith e le ultime lamentele su Aprilia

alex marquez motogp

Spy MotoGP: Un nuovo telaio per i piloti Honda ad Aragón

savadori motogp

MotoGP: Lorenzo Savadori, Aprilia gli ‘regala’ Valencia e Portimao