moto3

Moto3, fioccano le sanzioni ad Aragón. Ma servono davvero?

Valanga di sanzioni per i piloti Moto3 dopo il sabato ad Aragón. Tanti i recidivi, addirittura per alcuni è la quarta infrazione. Le penalità servono davvero?

18 ottobre 2020 - 10:25

Ormai i fine settimana senza sanzioni per ‘eccessiva lentezza’ si contano sulle dita di una mano. Aragón non ha fatto eccezione: più di mezza griglia Moto3 è finita nel mirino degli Stewards, soprattutto per i tanti recidivi a referto. Penalità che diventano stop in termini di tempo nelle prossime prove libere del GP di Teruel. Ma servono davvero? La risposta più logica sembra essere no: scorrendo la lista infatti vediamo piloti che sono addirittura alla quarta infrazione. In dieci gare quasi concluse, sarebbe una percentuale piuttosto alta.

Ma cosa si può fare? Tempo fa Cal Crutchlow aveva proposto sanzioni di tipo pecuniario, altri ipotizzano esclusioni dai GP, ma sono solo alcune delle tante idee. Inizialmente si passava alle retrocessioni in griglia di partenza, per il momento invece rimangono le penalità in termini di tempo, che abbiamo visto dall’inizio della stagione e rivedremo nell’evento della prossima settimana. Da vedere se si deciderà di cambiare ancora in seguito, trovando finalmente un vero deterrente per questi fatti.

Nel frattempo, riassumiamo il lavoro svolto in questa occasione. L’eccezione è John McPhee, che oggi in gara ad Aragón sconterà una Long Lap Penalty per lentezza in traiettoria nel corso della Q1. Si aggiunge alla stessa sanzione comminata ad Alonso López per il botto con il compagno di box Fenati a Le Mans. Tutte le altre penalità (uno o più settori lenti, o un settore oltre il 130%) verranno scontate invece la prossima settimana, nel corso del Gran Premio  di Teruel, ed è una lista davvero lunga.

Cominciamo con il rookie Yuki Kunii, alla prima infrazione, che rimarrà fermo per i primi 10 minuti delle FP2. A seguire i recidivi. Stefano Nepa, alla seconda infrazione e colpevole in Q1, rimarrà fermo per i primi 15 minuti delle FP2. Seconda volta anche per John McPhee, Darryn Binder e Deniz Öncü, colpevoli in Q2, con la stessa penalità del pilota italiano. Terza volta per Niccolò Antonelli, Sergio García, Raúl Fernández, Ayumu Sasaki, Jeremy Alcoba e Albert Arenas, lenti in Q2: loro salteranno gli ultimi 15 minuti delle FP3.

Per finire, arriviamo alla quarta infrazione per alcuni di questi piloti Moto3. Davide Pizzoli, Filip Salač, Riccardo Rossi e Khairul Idham Pawi sono stati beccati troppo lenti in Q1, eccessiva lentezza in Q2 invece per Gabriel Rodrigo e Jaume Masiá. Tutti loro rimarranno fermi ben più a lungo: le loro FP3 si chiuderanno ben 25 minuti prima dell’esposizione della bandiera a scacchi.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Bradley Smith

MotoGP, Bradley Smith e le ultime lamentele su Aprilia

alex marquez motogp

Spy MotoGP: Un nuovo telaio per i piloti Honda ad Aragón

savadori motogp

MotoGP: Lorenzo Savadori, Aprilia gli ‘regala’ Valencia e Portimao