moto2 gardner fernandez

Moto2: Remy Gardner e Raúl Fernández, l’ultima sfida è cominciata

Remy Gardner e Raúl Fernández per l'unica lotta iridata ancora aperta, Valencia incoronerà il nuovo re della Moto2. Le loro parole in conferenza stampa.

12 novembre 2021 - 7:17

Oltre ai ragazzi MotoGP, nel giovedì di Valencia riflettori puntati anche su Remy Gardner e Raúl Fernández. Sono loro i protagonisti dell’unica battaglia mondiale ancora aperta, quella in Moto2. Una lotta finale in pista per decretare il nuovo campione del mondo tra i due piloti di Aki Ajo, capaci di dettare legge per tutta la stagione nella classe di mezzo. Il leader iridato australiano contro il rookie spagnolo, divisi da 23 punti (le combinazioni): chi la spunterà? In ogni caso si scriverà la storia al Circuit Ricardo Tormo (ecco perché). Nel frattempo ecco cos’hanno raccontato nella conferenza stampa a loro dedicata.

Remy Gardner

“Quella di domenica scorsa è stata una vittoria importante, difficile fisicamente” ha commentato, ricordando il GP di Algarve. Le sue costole non stavano troppo bene dopo il botto nelle libere, il dolore c’è ancora. “Ho trascorso qualche giorno di riposo a casa per recuperare il più possibile in vista di questo weekend. Coccolato dalla mia ragazza” ha aggiunto col sorriso. Un po’ di relax, ora è pronto per l’ultima battaglia. “Non ci penso troppo, si entra nel fine settimana come se fosse uno qualunque. Con un po’ di precauzione in più, ma devo solo riuscire a fare delle buone qualifiche ed una buona gara, senza cambiare nulla. Dobbiamo continuare con questa mentalità.” Ricordando poi gli eventi del 2020, “Qui siamo andati piuttosto bene. Ho messo a referto tanti giri su questa pista, l’esperienza può aiutare. Non è come Portimao, ma non è male, ci sono altre piste che odio di più. Non posso lamentarmi.” 

Raúl Fernández

“Per me il campionato è più o meno andato” ha ammesso l’esordiente spagnolo, poco ottimista in ottica iridata. La matematica infatti non gli sorride. “Ho perso troppi punti nelle ultime gare e non ci penso, punto solo a vincere la corsa e poi vediamo come va. Ma in ogni caso darò il massimo, ma voglio anche divertirmi in sella per quest’ultimo GP con la squadra.” Sottolineando anche che “È un fine settimana speciale. Qui ho conquistato la mia prima vittoria [GP d’Europa 2020 in Moto3, ndr], ma sarà anche bello con le gradinate piene di tifosi.” Ma solo per questi motivi, non come routine. “Sarà un fine settimana normale. So bene che devo solo puntare a vincere, già se chiudo secondo è finita.” Oltre all’ipotetico titolo da rookie, può diventare anche il pilota col record di pole e vittorie di categoria. “Ci proverò. Al momento ho il record condiviso con Marc Márquez, ma cercherò di batterlo.”

Che favola Marco Simoncelli! “58” racconto illustrato in vendita anche su Amazon Libri

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi a 'Striscia la notizia'

MotoGP, Valentino Rossi braccato da ‘Striscia’: staffilata a Marc Marquez…

Moto2 Supersport

Moto2, Baldassarri pronto a lasciare e approdare in Supersport con MV?

Valentino Rossi

Tavullia in subbuglio per Valentino Rossi: via striscioni e stendardi