nagashima moto2 qatar

Moto2, Qatar: Che sorpresa Nagashima, doppia Italia sul podio

Tetsuta Nagashima beffa tutti e conquista un gran successo nel ricordo di Tomizawa. Italia sul podio con Lorenzo Baldassarri ed Enea Bastianini.

8 marzo 2020 - 16:53

Lo scorso decennio si era aperto con il primo trionfo di un pilota giapponese, questo nello stesso modo. Tetsuta Nagashima ‘emula’ il compianto connazionale Tomizawa e conquista una prima straordinaria vittoria in carriera, nonché il primo piazzamento sul podio. Che gara per il neo alfiere Red Bull KTM Ajo, che mette il turbo negli ultimi giri prendendosi il successo in solitaria. Podio completato da due piloti italiani, Lorenzo Baldassarri ed Enea Bastianini, grandi protagonisti fino alla fine di questo GP.

La notte accoglie i piloti Moto2 per la prima gara di questa stagione 2020. Sotto le luci artificiali di Losail scatta il Gran Premio: partenza a fionda per Marini, con Bastianini che guadagna la seconda piazza davanti al poleman Roberts, tallonato da Martín. Registriamo subito un incidente: Ramírez e Chantra vengono a contatto alla curva 10, finendo entrambi a terra. Game over per il rookie spagnolo, riparte dal box il pilota Honda Team Asia, ormai doppiato. Gara finita anzitempo anche per Fernández, che scivola alla curva 6 dopo un contatto con Manzi.

Non un buon esordio nemmeno per Kasmayudin, costretto al ritiro anticipato per una caduta. I più in palla appaiono fin da subito Marini e Roberts, con Martín, Baldassarri, Bastianini ed altri in agguato a poca distanza. Brividi tra lo spagnolo del team Ajo e l’italiano di Italtrans, che rischiano un contatto che avrebbe potuto compromettere la gara di entrambi. Importante in questa gara anche la gestione delle gomme: solo cinque piloti hanno scelto la nuova dura anteriore, tra questi Roberts. Piloti che rimontano, altri che hanno qualche problema in più e perdono terreno: la gara diventa sempre più imprevedibile.

A sei giri dalla fine si infiamma la lotta tra i piloti rimasti in lotta per la vittoria. Il pilota californiano parte all’attacco, rispondono Baldassarri, Bastianini, Nagashima, Navarro e più avanti anche Gardner, mentre Marini accusa sempre maggiori difficoltà. La sorpresa però si rivela il giapponese del team Ajo: autore di una serie di giri veloci, si porta al comando ed inizia ad accumulare sempre più margine sui rivali. Che trionfo per Tetsuta Nagashima, accolto trionfalmente dal suo team. L’Italia comunque può sorridere con Lorenzo Baldassarri ed Enea Bastianini a completare il podio. Finisce malamente il GP di Marini, scivolato sul finale dopo un contatto con Dixon.

La classifica

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso verso Yamaha? A giorni l’annuncio ufficiale

savadori motogp

ESCLUSIVA Lorenzo Savadori in MotoGP: “Ora testa bassa e lavorare”

zarco motogp

MotoGP: Zarco salva la Ducati a Teruel. “Ma mi preparo per il 2021”