lowes bestia maro bez moto2

Moto2, Portimao: Bastianini-Lowes-Marini-Bezzecchi, un titolo per quattro

Enea Bastianini, Sam Lowes, Luca Marini e Marco Bezzecchi in conferenza stampa. Chi sarà il campione Moto2 2020? La sfida è iniziata.

19 novembre 2020 - 17:05

Quattro piloti per una corona iridata. Questa è la situazione in Moto2 verso il Gran Premio del Portogallo, ultimo atto del Mondiale 2020. Il leader Enea Bastianini, Sam Lowes, Luca Marini e Marco Bezzecchi sono gli unici matematicamente ancora in lotta. Chi tra loro sarà il nuovo campione? Tutti e quattro daranno il massimo, pronti ad una sfida su una pista sconosciuta in sella alle rispettive KALEX (anche se non completamente nuova per tutti). Ecco le loro parole alla vigilia dei primi turni. Qui tutte le combinazioni.

Enea Bastianini è carico: in testa alla classifica iridata, è pronto per dare il massimo, a caccia del bottino grosso. “È stata una stagione fantastica fino a questo momento, la squadra ha svolto un gran lavoro. Sarà l’ultima gara del 2020 e la mia in Moto2, oltre alla mia prima volta a Portimao. Non è certo un circuito facile, ma cercherò di fare del mio meglio da subito. Vedremo poi come andrà, ma sono molto fiducioso. In qualifica dovremo puntare alla prima, massimo seconda fila, poi dovremo lottare in gara.”

Sam Lowes è secondo in classifica generale, ma con un polso non proprio al 100%. Il britannico però non vuole usarlo come ‘scusa’ e certo darà tutto in quest’ultimo evento dell’anno. “Avere ancora possibilità iridate a questo punto vuol dire che è stata una buona stagione. Anche questi ragazzi hanno avuto la loro parte di sfortuna, come me. Il polso non è a posto, ma non ne voglio parlare troppo: vedremo da domani.” Riguardo a Portimao, “Sono stato qui nel 2011. Una pista stupenda e ho davvero dei bei ricordi. Potrebbe essere un vantaggio, ma non credo lo sia troppo: tutti saranno vicini.”

Luca Marini, anche lui all’ultima gara Moto2, è attualmente terzo in classifica iridata. Nessuna parola sul titolo, punta solo a dare il massimo. “È bello essere qui, ci ho corso con l’Europeo Moto2: è un tracciato incredibile, le ‘montagne russe’, come lo chiamano. L’obiettivo principale del weekend è divertirsi: voglio godermela fino all’ultimo. Certo però dovrò anche essere veloce. Dovremo lavorare più duramente per chiudere la stagione al meglio. Non penso però che conoscere la pista mi aiuti: l’asfalto è diverso, così come la moto, e sono passati anni… Sarà però una pista interessante, in cui sarà importante trovare il giusto set up da subito.”

Marco Bezzecchi, reduce da una splendida vittoria a Valencia-1, è matematicamente ancora in lotta per il titolo. Sono 23 però i punti di ritardo: serve la vittoria, poi si vedrà. “Sono contento di essere all’ultima gara ed ancora in lotta per il titolo. Non me lo sarei mai aspettato ad inizio stagione. L’obiettivo principale è certo vincere, ma deve succedere qualcosa agli altri per pensare ad altro… Noi dobbiamo solo lavorare come se fosse un comune weekend di gara, cercando di finire al meglio e puntando al podio. certo, quando lotti per il titolo ci pensi, ma l’obiettivo è solo dare il massimo. Per me è stata una stagione importante dopo un 2019 difficile e sono fiero di com’è andata. Anche se certo, avrei evitato qualche errore… Ma ora siamo qui e dobbiamo rimanere concentrati.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

fausto gresini motogp

MotoGP: Fausto Gresini, sveglio e collaborativo. “Grande forza di volontà”

MotoGP, Danilo Petrucci

MotoGP, Pit Beirer: “Con Danilo Petrucci gestiremo meglio di Ducati”

MotoGP, Pol Espargaro

MotoGP, Pol Espargarò: “Ora che sono padre ho più paura”