Moto2: Marini e Bezzecchi, doppio podio Sky VR46 col botto

Assieme a Bastianini, anche Marini e Bezzecchi (primo podio Moto2) hanno portato in alto i colori italiani a Jerez. Speranze iridate per la truppa azzurra?

27 luglio 2020 - 16:29

Da Imola 1998 non assistevamo ad una tripletta tutta italiana in una gara della classe intermedia. Enea Bastianini, Luca Marini e Marco Bezzecchi hanno scritto un pezzo di storia nel Gran Premio d’Andalucía, assicurandosi in toto il podio Moto2. Ora ‘Bestia’ è a -2 dal leader Nagashima, ma in terza piazza c’è il vincitore della scorsa settimana, Marini appunto, a sole cinque lunghezze. Da sottolineare anche l’ottima gara di Bezzecchi, che dopo la prima pole position ha conquistato il primo podio nella categoria. Ricordiamo che giù dalla moto ancora gira in stampelle per l’infortunio patito ad un piede prima della ripartenza.

ITALIA PROTAGONISTA NELLA CLASSE DI MEZZO

Non è mancato un momento ‘imbarazzante’ tra i due ragazzi Sky VR46, che appena tagliato il traguardo si sono resi protagonisti di un incidente mentre si stavano complimentando. Un finale ‘col botto’ dopo un altro evento che ha visto i nostri colori molto in alto. In tre gare finora disputate in Moto2 c’è sempre stato almeno un italiano sul podio: Baldassarri-Bastianini in Qatar, Marini vincitore a Jerez1, il tris azzurro appena citato questa domenica. Certo, nonostante la stagione ridotta ci sono ancora parecchi Gran Premi da disputare, ma un inizio così sfavillante accende le speranze iridate per i nostri colori.

MARINI: “AVREI VOLUTO LA DOPPIETTA…” 

Nonostante i 20 punti, Luca Marini appare contento solo a metà. “Bella gara, ma io volevo vincere” ha ammesso chiaramente a competizione conclusa. “Mi sarebbe piaciuto fare una doppietta dopo Jerez la settimana scorsa. Sapevo che questa gara sarebbe stata ben più difficile di quella di sette giorni fa: ogni pilota è riuscito a migliorare, ma le temperature si sono alzate molto. A fine gara poi ho dovuto gestire di più, anche perché sia la gomma anteriore che l’acqua si erano surriscaldate.” Per quanto riguarda Bastianini, “Ho provato a recuperare per superarlo, ma frenava davvero tardi chiudendo tutte le porte.” E sull’incidente con Bezzecchi dopo la bandiera a scacchi, “Forse eravamo troppo contenti!” ha dichiarato con un sorriso.

BEZZECCHI: “LA RUOTA STA GIRANDO”

Come detto, primo podio nella classe intermedia per Marco Bezzecchi. Si è ampiamente rifatto dello zero della settimana scorsa. “È stato più difficile di quanto mi aspettassi” ha ammesso. “Mi sentivo competitivo in gara, ma Enea è stato davvero incredibile. Mi ha superato facilmente e dopo tre curve era già imprendibile! Mi sono detto quindi di rimanere calmo e di gestire al meglio la situazione. Quando Luca mi ha passato ho provato a rimanere con lui.” Ma i problemi fisici non hanno tardato a farsi sentire. “Non sono ancora al 100% a causa del piede, ma ho resistito per tutta la gara ed è arrivato questo podio. Per questo posso solo ringraziare la Academy, il team, Valentino, la mia famiglia… È stato un periodo difficile, ma ora la ruota sta girando.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi a Brno

MotoGP, Valentino Rossi: “Piloti Yamaha fortissimi tranne me”

bagnaia motogp

MotoGP: Francesco Bagnaia operato, obiettivo rientrare a Misano

zarco motogp

MotoGP: Johann Zarco, unica luce Ducati nel sabato a Brno