MotoGP, Jack Miller GP Doha 2021

LIVE Qualifiche MotoGP Doha: tempi e classifica finale

LIVE Qualifiche del GP Doha 2021. Segui in diretta Q1 e Q2 con aggiornamenti in tempo reale, tempi, classifica e commenti dal circuito di Losail.

3 aprile 2021 - 19:44

Jorge Martin conquista la sua prima pole position in MotoGP in 1’53″106. Il rookie del team Pramac Racing, dopo la strepitosa partenza di domenica scorsa, conferma di avere stoffa da vendere e condividerà la prima fila con Johann Zarco e Maverick Vinales. Dalla seconda fila scatteranno Jack Miller, Fabio Quartararo e Pecco Bagnaia. In terza fila Aleix Espargarò, Alex Rins e Joan Mir. 10° Franco Morbidelli.

Grande soddisfazione nel team satellite Ducati: “E’ stato bella davvero, ho guidato bene – commenta Jorge Martin -. Avevo un po’ di paura per il vento… Dopo tanto lavoro ho dato il 100%, non ho fatto errori, sono andato da solo. Domani sarà difficile, ma spero di dare il massimo“.

19:40 – Maverick Vinales in pole con il crono di 1’53″2.

19:37 – 5° Pecco Bagnaia, 7° Johann Zarco. 3 minuti alla bandiera a scacchi.

19:34 – Franco Morbidelli 4° a 197 millesimi. Davanti a lui Aleix Espargarà con Aprilia, ma il vero time attack sta per arrivare. Nessun giro cronometrato per Oliveira che arriva alla Q2 senza gomma.

19:31 – Jorge Martin in testa in 1’53″5 seguito da Fabio Quartararo a 17 millesimi.

19:28 – Suzuki ha ideato una nuova uscita dai box: hanno coperto l’entrata dei box con dei pannelli, in modo da non far capire agli avversari il momento della partenza. In questo modo si evita a qualche avversario intenzionato di poterne seguire la scia. Ma forse c’è una violaziopne del regolamento, perché la moto va accesa in pista e non ai box.

19:24 – Intanto si abbassa la bandiera rossa e prende il via la Q2.

La prima manche delle Qualifiche

Joan Mir e Miguel Oliveira si guadagnano i due biglietti per entrare nella Q2. Luca Marini manca l’accesso per soli 8 millesimi e partirà dalla 13esima piazza. Valentino Rossi partirà dall’ultima fila con Iker Lecuona e Lorenzo Savadori. 17° Danilo Petrucci, 19° Enea Bastianini. Male anche Pol Espargarò che scatterà 15°.

19:15 – Luca Marini mette il fiato sul collo a Mir e si piazza secondo con soli 79 millesimi di ritardo.

19:13 – Mir resta al comando con un vantaggio di tre decimi su Binder. 3° Danilo Petrucci, alle sue spalle Marini e Rossi.

19:10 – Scende adesso in pista la Honda di Pol Espargarò. Joan Mir ai box in attesa di sviluppi. 5° Valentino Rossi.

19:07 – Joan Mir si piazza davanti in 1’54″3 seguito da Brad Binder e Luca Marini. Nessun giro cronometrato per Pol Espargarò ed Enea Bastianini Problema al cambio per la GP19 del rookie).

19:04 – 1’54″6 per Brad Binder che balza al comando provvisorio.

19:00 – Tutti in pista con doppia soft nuova. Il Dottore deve provare assolutamente ad accedere alla Q2 per poter fare una buona gara domani. I Gran Premi in rimonta sono impresa ardua per le Yamaha…

18:56 – Stanno per iniziare le qualifiche che disegneranno la griglia di domani. Q1 ricca di protagonisti con Mir, Rossi, Pol Espargarà, Nakagami e Oliveira. Attenzione anche a Bastianini che una settimana fa ha mancato la Q2 per soli 5 millesimi.

Il riassunto delle FP4

18:53 – Le FP4 si chiudono con Zarco al comando davanti a Vinales a 155 millesimi e Mir a 285 millesimi. Fabio Quartararo 4° seguito da Franco Morbidelli, Alex Rins e Aleix Espargarò. Martin, Bagnaia e Bradl chiudono la top-10. 12° Marini, 13° Bastianini, 19° Petrucci, 21° Valentino Rossi.

18:45 – Pochi minuti alla fine della quarta sessione di prove MotoGP. In testa Johann Zarco in 1’54″5, seguito dalle Yamaha di Vinales, Quartararo e Morbidelli. 8° Luca Marini, 19° Valentino Rossi.

18:40 – Maio Meregalli sul lavoro di Fabio Quartararo nelle FP4: “Siamo partiti con la moto di ieri sera, nel pomeriggio abbiamo avuto poco tempo utile. Fabio sta facendo un long run per capire il consumo delle gomme“.

18:35 – La gomma soft sarà ancora una volta la scelta largamente caldeggiata per la gara. Ma tutti dovranno fare i conti con l’usura negli ultimi giri. Massima attenzione anche alle condizioni della pista che oggi è ricoperta da un velo di sabbia.

18:30 – Wilco Zeelenberg spiega i problemi della M1 di Morbidelli: “Abbiamo avuto un po’ di olio che usciva dagli scarichi e abbiamo dovuto fermare la sessione. Per fortuna nulla di danneggiato al motore, ma per sicurezza abbiamo montato un nuovo motore. I problemi di domenica scorsa in gara siamo riusciti a capirli. Non siamo ancora contenti, ma sicuramente una sensazione migliore rispetto agli ultimi turni“.

Il riepilogo delle FP1-2-3

Come da previsioni la terza sessione di prove libere MotoGP si è rivelata inutile per modificare la top-10. Sul circuito di Doha è la FP2 a decretare i “magnifici dieci” che hanno diritto all’accesso diretto in Q2. Il venerdì si è concluso con tre Ducati al comando, quelle di Jack Miller, Pecco Bagnaia e Johann Zarco, che sul giro secco fanno valere la potenza del motore V4 della GP21. Ad interrompere la scia rossa è la Yamaha di Fabio Quartararo, davanti ad un’altra Ducati, quella di Jorge Martin.

Riconferma l’ottimo stato di forma Aleix Espargarò con la Aprilia RS-GP21, a mezzo secondo dal best lap di Miller. Alle sue spalle nella classifica combinata delle FP1-2-3 Franco Morbidelli, che esce indenne dai problemi al motore riscontrati ieri mattina. A quanto pare una piccola perdita di olio ha causato una doppia fumata bianca alla sua M1, costringendolo a rientrare ai box e a cambiare il propulsore. Sembrava ripetersi l’incubo motori che ha contrassegnato la stagione MotoGP 2020, ma pare che nessuna delle sette unità disponibili sia compromessa.

Ad entrare nella Q2 anche Alex Rins, Maverick Vinales e Stefan Bradl. Il collaudatore tedesco riesce a piazzare l’unica Honda nella top-10. Dovranno invece attraversare l’imbuto della Q1 il campione in carica Joan Mir, velatamente polemico nei confronti del team Suzuki dopo le FP2. Ma a giocarsi una delle due poltrone per la seconda manche di qualifiche anche Miguel Oliveira, Valentino Rossi e Danilo Petrucci. Il pilota ternano della KTM Tech3 potrebbe trovare terreno favorevole nelle condizioni avverse della pista, macchiata dalla sabbia e solcata dal vento. Occhi puntati anche alle Honda di Nakagami ed Espargarò.

Foto: Getty Images

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi e Francesca Novello a Misano

Francesca Novello e il primo incontro con Valentino Rossi: “Che figo!”

MotoGP, Pecco Bagnaia a Misano

MotoGP, Ducati KO a Misano: la maledizione della curva 15

casadei torres motoe

MotoE 2022: Mattia Casadei in Pons Racing col campione Torres