Jeffrey Herlings, MXGP

MXGP Lombardia: Jeffrey Herlings fa il marziano, Romain Febvre resiste

Jeffrey Herlings vince il GP ma Romain Febvre salva gli stessi tre punti di vantaggio della vigilia. Perde quota Tim Gajser, ancora un podio per Tony Cairoli

7 novembre 2021 - 15:46

Jeffrey Herlings stavolta è stato perfetto: dominando gara 2 sulla sabbia di Mantova  vince il GP di Lombardia ma Romain Febvre con il secondo posto (e il primo della corsa precedente) mantiene gli stessi tre punti di vantaggio sull’olandese che vantava della vigilia. In ottica mondiale perde quota Tim Gajser, che chiude la giornata con un terzo posto ma paga la penalizzazione di gara 1 costatagli l’ottava posizione. Lo sloveno scende a -15 punti, sarà durissima recuperarli, considerando che ha davanti non uno, ma due ossi durissimi come Romain e Jeffrey. Ancora podio per Tony Cairoli: a 36 anni, tre giorni prima dell’ultimo GP, il fuoriclasse siciliano è ancora al massimo livello.

Jeffrey Herlings quota 98

Per l’olandese si tratta della 98° vittoria iridata, un palmares da campionissimo. Gara 2 non ha avuto storia, quando tutto fila Jeffrey Herlings ha una marcia in più degli avversari. Romain Febvre però ha salvato la classifica limitando i danni, e su un terreno a lui congeniale mercoledi non parte sconfitto. Tim Gajser ha preso di nuovo paga dai due rivali, adesso per lo sloveno Honda sarà durissima recuperare. Grandissimo protagonista Tony Cairoli: tornato in forma fisicamente, nonostante l’età sta chiudendo l’ultima stagione da protagonista. Bello il confronto con il compagno di squadra Jorge Prado, che nel finale ha ceduto di schianto. Cairoli riguadagna il quarto posto nella classifica iridata. Bellissima l’invasione di pista da parte del gran pubblico che ha gremito il Tazio Nuvolari.

Finalissima iridata di…mercoledi!

Questa affascinante stagione MXGP si chiuderà mercoledi 10 novembre, con la finalissima ospitata sullo stesso tracciato di Mantova, negli identici orari. La decisione di assegnare il titolo in un GP infrasettimanale ha suscitato parecchie polemiche, qui un estratto. Ma ai piloti importerà il giusto: restano due manche, 50 punti da assegnare, quindi può succedere di tutto: è come se il titolo venisse assegnato in prova unica. Sarà anche l’ultimo GP della carriera per un Tony Cairoli che a 36 anni sta chiudendo davvero in bellezza.

Che favola Marco Simoncelli! “58” racconto illustrato in vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Tony Cairoli

Tony Cairoli velocità e umiltà: “Non ero preparato per il Supercross”

romain febvre mxgp

MXGP: Romain Febvre operato dopo l’incidente al Supercross di Parigi

Tony Cairoli

Tony Cairoli sul podio di Parigi: il campione brilla anche nel Supercross