tom vialle mx2

MX2 Turchia: Tom Vialle scatenato, Mattia Guadagnini giù dal podio

Tom Vialle si impone in Turchia, Mattia Guadagnini è 4° overall, cedendo qualche punticino al leader Maxime Renaux. Il resoconto del GP.

5 settembre 2021 - 15:00

È un Tom Vialle di nuovo in forma in occasione della ripartenza in Turchia. Il campione del mondo in carica ha sfruttato al meglio la pausa, sistemando così una lesione ad una mano che l’ha condizionato parecchio negli ultimi round. Dopo la pole, eccolo scatenato vincitore di Gara 1, per poi chiudere con una P2 (con caduta) in Gara 2 che vale il successo del GP. Mattia Guadagnini si scatena maggiormente nella seconda parte delle due corse, ma i maggiori rivali ormai erano scappati. Le rimonte quindi non sono sufficienti per salire sul podio e cede ancora qualche punticino nel confronto col leader iridato Maxime Renaux. Ma tra pochissimi giorni (martedì) c’è la rivincita sempre ad Afyonkarahisar. Intanto ecco com’è andata in questo primo round.

Gara 1: Vialle torna in alto, Guadagnini gran 2° 

L’holeshot in questa prima corsa è di Vialle, autore anche della pole position, seguito da Hofer, Beaton, De Wolf, Guadagnini e tutti gli altri. Dopo pochi minuti però appare chiaro quel qualcosa in più per il campione in carica, che si dà letteralmente alla fuga, con Hofer e Beaton unici altri in lotta per il podio. Ma attenzione alle spalle: il nostro portacolori, quinto in una prima parte di gara ‘tranquilla’, mette il turbo ed inizia a recuperare. A meno di 10 minuti + 2 giri dalla fine è secondo, impegnato a suon di giri veloci nel tentativo di annullare l’importante gap creato da Tom Vialle. Ma l’iridato 2020 è ormai in controllo, ecco il ritorno al successo dopo i guai fisici! Solidissima prima gara di Mattia Guadagnini, che si assicura la seconda piazza in rimonta, mentre la lotta per il terzo posto tra Jed Beaton, Maxime Renaux e Rene Hofer si chiuderà in quest’ordine, con posizioni congelate ben prima del traguardo. Peccato per Gianluca Facchetti, splendido terzo in qualifica ma solo 14° in questa corsa.

Gara 2: Renaux di forza, Guadagnini 4°

Super scatto del leader Renaux, che piazza l’holeshot prendendo così il comando davanti a Beaton, Vialle, Guadagnini e Facchetti. Quest’ultimo però è protagonista di un incidente, che peccato dopo le splendide qualifiche… In testa appare ben chiara l’intenzione dell’attuale capoclassifica in campionato, che intende rifarsi del podio mancato in Gara 1. Ma c’è un Vialle scatenato che non è esattamente intenzionato a dargliela vinta: a 14 giri + 2 giri dalla fine gli oltre due secondi di margine sono spariti, il campione in carica ha completato il riaggancio. Per Guadagnini il copione è simile a quello della prima manche: prima parte ‘tranquilla’, per poi tentare la rimonta, stavolta a caccia di Beaton e del terzo posto. Il duo al comando è ormai troppo lontano… Una doppia battaglia quindi per decidere le posizioni del podio, con a referto anche una caduta per Vialle. Ma Maxime Renaux non cede, arriva il trionfo in questa corsa, con Tom Vialle secondo e Jed Beaton terzo resistendo agli assalti di Mattia Guadagnini.

La classifica di GP 

Una netta vittoria ed un secondo posto gli valgono il ritorno alla vittoria in questo primo round turco dopo i problemi fisici. Il campione in carica mette il suo sigillo davanti a Maxime Renaux, che tiene la tabella rossa ed anzi allunga ancora (+3) su Mattia Guadagnini, appena giù dal podio. Solido fine settimana per Jed Beaton, che si assicura il terzo gradino del podio overall.

La classifica iridata 

Foto: mxgp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

herlings gajser mxgp

MXGP: Herlings e Gajser, inversione di ruoli ed una nuova classifica

ivo monticelli mxgp

MXGP: Ivo Monticelli stagione finita, mercoledì l’intervento alla spalla

MXGP, Tony Cairoli a Riola Sardo

MXGP, Tony Cairoli paura e zero punti: “Non sentivo braccia e gambe”