Superbike, Jonathan Rea

Test Superbike, Jonathan Rea… adesso provate a prendermi!

Jonathan Rea chiude al comando il test Superbike al Montmelò con un crono supremo firmato al mattino. Ma Scott Redding resta in agguato.

9 luglio 2020 - 18:14

La seconda e ultima giornata di prove libere Superbike al Montmelò si chiude con il miglior crono di Jonathan Rea imposto al mattino. Nel pomeriggio le alte temperature dell’asfalto costringono a girare su tempi da gara ben distanti dai fuochi artificiali del mattino, quando hanno montato gomma soffice. Ma il pentacampione della Kawasaki alza la voce in vista della prima gara che si terrà a Jerez l’1-2 agosto.

Al mattino non hanno girato le Honda di Alvaro Bautista e Leon Haslam. A quanto pare ci sono state videoconferenze con gli ingegneri HRC in Giappone per quasi quattro ore. Non sono molto entusiasti del fatto che il test Superbike in Catalunya si svolga senza di loro a causa delle restrizioni di viaggio. Di conseguenza hanno un controllo molto limitato sulle attività. “Non abbiamo nulla di nuovo da dimostrare, perché gli ingegneri a causa di questa situazione non sono stati in grado di venire qui. Quindi abbiamo deciso di non provare nulla di nuovo e semplicemente lanciarci. Stiamo lavorando un po’ sull’elettronica per aiutare la moto a frenare un po’ meglio e trovare un po’ più di trazione”.

Resta memorabile il tempo del mattino segnato da Jonathan Rea in 1’40″450, più veloce del miglior giro in gara stabilito da Marc Marquez l’anno scorso in 1’40″507. Il cinque volte campione Superbike è ancora lontano dal record assoluto del Montmeló, detenuto da Jorge Lorenzo in 1’38″680 con Ducati. Al pomeriggio il nordirlandese della Kawasaki non va oltre l’1’41″991 che gli vale il sesto posto nella quarta sessione. Scott Redding chiude davanti in 1’41″737

I tempi finali

1.Rea (GB-Kawasaki) 1’40″450; 2. Redding (GB-Ducati) 1’40″606; Sykes (GB-BMW) 1’40″956; 4. Lowes A. (GB-Kawasaki) 1’41″137; 5. Razgatlioglu (Tur-Yamaha) 1’41″218; 6. Laverty (Irl-BMW) 1’41″494; 7. van der Mark (Ola-Yamaha) 1’41″679; 8. Baz (Fra-Yamaha)  1’41″881; 9. Davies (GB-Ducati) 1’41″903; 10. Mercado (Arg-Ducati) 1’42″024; 11. Gerloff (Usa-Yamaha) 1’42″121; 12. Haslam (GB-Honda) 1’42″126; 13. Cortese (Ger-Kawasaki) 1’42″187; 14. Caricasulo (Ita-Yamaha) 1’42″333; 15. Scheib (Chi-Kawasaki) 1’42″436; 16. Bautista (Spa-Honda) 1’43″261; 17. Barrier (Fra-Ducati) 1’44″323.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Jonathan Rea

Superbike Portimao, Jonathan Rea fa tris e torna in testa al Mondiale

Superbike Portimao 2020

LIVE Superbike Portimao: Jonathan Rea fa tris ed è il nuovo leader

Andrea Locatelli

Supersport Portimao, Andrea Locatelli firma la cinquina da Mondiale