bendsneyder supersport

Supersport: dalla Moto2 ecco Bo Bendsneyder per EAB Racing Team

Bo Bendsneyder lascia la Moto2 per la Supersport. Accordo ufficiale con EAB Racing Team, il primo olandese in WorldSSP da Van der Mark.

30 novembre 2020 - 11:26

Struttura e pilota dei Paesi Bassi, ma stavolta cambia il campionato. Bo Bendsneyder lascia il Motomondiale per sbarcare nelle derivate di serie. Precisamente in Supersport, pronto a guidare la Yamaha YZF-R6 del EAB Racing Team. Un ‘cambio d’aria’ per il primo olandese nella categoria da Michael van der Mark (2014) dopo tre annate particolarmente complesse vissute in Moto2, ma non il primo a scegliere questo passo. Il nome più eclatante è quello del campione WorldSSP 2020 Andrea Locatelli, ma abbiamo avuto quest’anno anche Steven Odendaal (proprio in uscita da EAB Racing), Philipp Öttl o Can Öncü dalla Moto3.

Anche Bendsneyder, come i colleghi citati, si lancia nell’avventura Supersport l’anno prossimo. Ricordiamo che ha già conosciuto in parte il paddock Superbike, visto che nel 2013 era nell’ora defunta European Junior Cup. Due le gare da lui disputate, chiuse con altrettante vittorie. In seguito è approdato nel Motomondiale da campione Red Bull Rookies Cup (2015), ottenendo due podi nel suo anno d’esordio a Silverstone ed a Sepang. Nel 2017 disputa il suo primo anno Moto2 in sella ad una Tech3, prima di passare nelle file del RW Racing GP, con moto NTS. Il 2020 è stata la sua stagione migliore: quattro piazzamenti a punti, in particolare un 8° posto nel GP di Valencia, la sua prima (ed unica) top ten.

“Non vedo l’ora di salire in sella alla R6 per la prima volta” ha dichiarato il pilota di Rotterdam. “Non sarà una moto completamente nuova per me, anzi sarà un punto di partenza positivo dopo tutti gli anni nel paddock della MotoGP. Ringrazio per questa grande opportunità, farò di tutto per renderla un successo!” Soddisfazione anche da parte del team owner Ferry Schoenmakers. “Bo ha dimostrato più volte di essere un bel pilota” ha dichiarato. “Credo che la Yamaha R6 gli si adatterà bene. Sono sicuro che questo è l’inizio di una partnership di successo.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Carl Fogarty

Carl Fogarty: “La MotoGP è stata il chiodo nella bara per la Superbike”

Superbike Honda

Superbike retrospective: Honda CBR 1000 RR Fireblade, terza parte L’ultima moto di Hayden

Honda CBR1000RR Fireblade

Superbike retrospective: Honda CBR 1000 RR Fireblade, seconda parte La lama tronca del team Ten Kate