Superbike

Superbike: Vierge-HRC lascia Sykes, Davies e Laverty senza scampo

Intreccio di mercato Superbike: con Vierge in HRC finirebbero le selle ufficiali disponibili. Sykes, Laverty o Davies dovrebbero accontentarsi dei satelliti

22 settembre 2021 - 19:39

Il mercato della Superbike si muove e vive settimane incandescenti. Le derivate di serie potrebbero dare il benvenuto ad altri piloti provenienti dal circus della MotoGP, dopo il recente annuncio di Nicolò Bulega nella nuova Supersport 2022. I prossimi due nomi pronti al salto, in questo caso in Superbike, sarebbero Iker Lecuona e Xavi Vierge. I due spagnoli andrebbero a comporre una nuova coppia di rookie del tutto inedita nel box Honda HRC.

Le cose sembrano in dirittura d’arrivo per il primo: Lecuona, attualmente impegnato in MotoGP con Tech 3 KTM, non ha nascosto che la trattativa è in stato avanzato. Più incerto invece il destino di quello che potrebbe essere il suo compagno di squadra, Xavi Vierge. Il pilota del team Sepang Racing Team (Moto2) non ha nascosto però che ci sono stati dei contatti. “Non c’è niente di confermato, ma è vero che siamo in contatto con il team HRC e sarebbe una cosa bellissima!”, ha ammesso Vierge.

Case ufficiali al completo

La nuova coppia Honda andrebbe così a completare lo schieramento delle moto ufficiali. Ducati ha confermato Rinaldi e ripreso Bautista, Yamaha proseguirà con Razgatlioglu e Locatelli, BMW sarà con Redding e Van Der Mark, mentre Kawasaki continua con Rea e Lowes. Quelle di Honda erano così le ultime selle ufficiali libere, ma potrebbero presto diventare occupate da un nuovo tandem di debuttanti che darebbe freschezza e novità al box HRC.

Questo scenario farebbe sì che piloti come Davies, Laverty e Sykes rimanessero senza sella ufficiale. Il primo, attualmente fermo per infortunio, è attualmente impegnato con Go Eleven e il supporto di Aruba, ma non si sa ancora niente per l’anno prossimo. Laverty è ai box da praticamente inizio stagione pur rimanendo uomo BMW. Infine Sykes, acciaccato come Davies dal weekend di Barcellona, che è rimasto senza sella ufficiale e non ha nascosto il suo disappunto.

Intrecci di mercato spinosi

Tom potrebbe però rimanere in orbita BMW nel caso in cui la casa convincesse Bonovo a raddoppiare l’impegno e portare un’altra moto oltre a quella di Jonas Folger. Un intreccio di mercato non da poco, però: parliamo di tre nomi di spessore e soprattutto Sykes e Davies (qualora arrivassero offerte da altri team satellite) potrebbero non accettare una retrocessione. Se vogliono continuare a correre, però, dovranno accontentarsi di una squadra indipendente, altrimenti il rischio è addirittura di non vederli nel 2022. A meno che la trattativa tra HRC e Vierge non faccia acqua.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Mandalika

Superbike: Gran finale, a che punto è il Mandalika Street Circuit?

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding: il salto nel vuoto con BMW

motogp 2021

MotoGP/SBK: cambia il limite d’età per Mondiali e campionati minori