BMW, Tom Sykes

Superbike, Tom Sykes spavaldo: “Questa BMW è da podio”

I tedeschi non vincono in Superbike da quasi sette anni ma Tom Sykes pensa in grande: "Tutto è possibile". Però manca la verifica sulla distanza gara

25 febbraio 2020 - 22:36

Un anno fa, a Phillip Island, la BMW ottenne il quarto tempo in Superpole con Tom Sykes. I tedeschi erano appena rientrati in forma ufficiale, con un progetto tecnico partito appena due mesi prima. Quel risultato fu per certi versi clamoroso, ma poi la gara andò in maniera diversa: il britannico finì settimo in gara uno, e poi due volte fuori dalla top ten nelle sfide della domenica (undicesimo e tredicesimo). Dodici mesi dopo, sempre in Australia, Tom Sykes ha archiviato due giorni di test segnati da tempi eccellenti, con un terzo posto finale assai promettente.  Sul giro secco la S1000RR è un missile, ma la domanda resta in sospeso: sui 22 giri di gara come andrà?

“SIAMO DA PODIO”

A mio avviso credo che abbiamo il potenziale per giocarci il podio” è l’analisi di Tom Sykes. “Sono state due giornate di test molto proficue, abbiamo provato tantissimi nuovi componenti senza mai mettere mano a gomme soffici, o cercare il tempo con insistenza, come ho visto fare ad altri piloti. Sono molto fiducioso, anche se ci è mancata la verifica sulla distanza di gara. Ce ne occuperemo venerdi.”

A SECCO DA SETTE ANNI

La BMW non vince da 78 mesi, quasi sette anni di digiuno. “Tutto è possibile” dice Tom Sykes con il ghigno di chi sta pensando al colpaccio. “Diciamo che un pò sono sorpreso, non speravo che saremmo stati così veloci, anche per diversi giri di fila. A me pare che il nostro ritmo sia all’altezza dei migliori. Mentre constato che alcuni piloti che avrebbero dovuto andare molto forte, si stanno trovando un pò in difficoltà. E’ un quadro molto interessante, per noi. Non vedo ora che arrivi il momento della verità”

Foto: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Jonas Folger, Superbike

Superbike, Jonas Folger nel Mondiale con Yamaha anche all’Estoril

locatelli supersport

Supersport: Andrea Locatelli, il neo iridato alla scoperta di Magny-Cours

Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea nel 2021 avrà una Kawasaki nuova o solo aggiornata?