Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Superpole Race: Jonathan Rea altro trionfo, errore Ducati

Jonathan Rea domina anche la corsa sprint con una perfetta scelta di gomma intermedie. Le Ducati puntano sulle rain, Redding e Rinaldi a picco

23 maggio 2021 - 11:20

Jonathan Rea è fortissimo di suo, figuratevi a spalancargli la strada con errori di strategia. Il Cannibale ha dominato la Superpole Race azzeccando la scelta di gomma perfetta, cioè le intermedie  sulla pista ormai quasi asciutta in  traiettoria Le Ducati ufficiali di Scott Redding e Michael Rinaldi invece, come altri, hanno montato le rain, colando a picco. Redding è arrivato solo ottavo, quindi non solo ha perso altri punti preziosissimi nella classifica iridata, ma sarà costretto a partire in terza fila in gara 2 (ore 14), con Jonathan Rea di nuovo in pole.  In due gare Redding ha incassato un passivo di -22 punti, un macigno sulle speranze iridate della Rossa. La Kawasaki ha fatto di nuovo doppietta, con Alex Lowes davanti allo scatenato Garrett Gerloff miglior pilota Yamaha.

Errore gravissimo 

Pesante l’errore di valutazione commesso da Scott Redding. Al momento della scelta non pioveva e l’asfalto era ormai quasi completamente drenato, pressochè asciutto in traiettoria. Allinearsi alla scelta dell’avversario sarebbe stata la strategia più semplice, invece la Ducati ha tentato il colpaccio, incappando in una pesantissima battuta a vuoto. Redding è partito bellicoso, al Cavatappino c’è stato un duro incrocio di traiettoria con Jonathan Rea (nella foto). Ma in quelle condizioni non c’era partita, il campione del mondo scivolato in terza posizione per il quasi-contatto, si è ripreso subito mangiandosi in un sol boccone di Lowes e Redding. La vittoria 101 è arrivata per distacco, esattamente come il giorno prima in condizioni di asciutto: cambia il meteo, ma il risultato mai.

Chaz Davies salvagente Ducati

Ad annacquare la batosta Ducati è arrivato il quarto posto di Chaz Davies, che è stato più furbo degli ufficiali, optando per le stesse intermedie dei primi tre. Il primo al traguardo con le rain è stato Michael van der Mark, quinto ma a ben dieci secondi (in dieci giri…) dal vincitore. Con la stessa BMW pure Tom Sykes ha sbagliato clamorosamente scelta, infilando la via del box. Fra i pretendenti al titolo perde terreno anche Toprak Razgtalioglu, solo sesto.

Alle 14 la sfida clou

Il programma del round 1 del Mondiale Superbike 2021 si chiude alle 14, con la disputa di gara 2 sulla distanza di 18 giri. Ieri Jonathan Rea ha fatto il vuoto (qui cronaca e classifica) precedendo il compagno di marca Alex Lowes e il turco Toprak Razgatlioglu (Yamaha). Il repentino cambiamento del meteo e la complicata scelta di gomma che ne deriverà, aggiunge ulteriore pathos ad una giornata carica di tensione.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike Sofuoglu Razgatlioglu

Superbike, ecco com’è andato il ritorno di Sofuoglu in Supersport

Superbike, Toprak

Superbike Jerez, Prove 1: Toprak spara il tempone, Rea sotto attacco

Superbike, Scott Redding

Superbike, Jonathan Rea: “Ducati sembra una moto difficile”