Superbike, Scott Redding

Superbike: Scott Redding, il 28 maggio torna sulla Ducati V4 R a Misano?

Fra due settimane la Ducati Superbike torna in pista a Misano. Scott Redding, dimagrito cinque chili, è pronto. "Non vedo ora, siamo partiti bene in Australia e ho molta fame"

17 maggio 2020 - 10:08

Ci stiamo rimettendo velocemente in moto e i top team pianificano la ripresa del Mondiale. Scott Redding e il team Aruba.it Ducati potrebbe essere il 28 maggio Misano, per togliersi la ruggine di dosso dopo il triplice terzo posto di Phillip Island, nell’apertura iridata. La presenza è soggetta alla possibilità che possa muoversi dalla California e sbarcare regolarmente in Italia. In ogni caso il team Superbike tornerà a Misano in giugno, insieme alla Ducati MotoGP, in quello che sarà il primo, vero test “factory”. L’Italia riaprirà le frontiere il 3 giugno, da metà dello stesso mese anche a chi arriva da fuori l’area Schengen, senza obbligo di quarantena.  L’incubo sta finendo, Dorna ha annunciato la probabile ripresa della Superbike il 2 agosto a Jerez, a porte chiuse, salvo approvazione del governo spagnolo. Sul tracciato romagnolo la Ducati porterà una struttura ridotta al minimo, per rispettare il protocollo sanitario imposto dalle autorità. Rientire di nuovo il rombo della Ducati Panigale V4 R “Factory” sarà una liberazione.

“Sono dimagrito cinque chili”

Scott Redding ha trascorso il lockdown in California, insieme alla fidanzata. “Ad essere onesto, non sono stato così male, ho potuto uscire ed allenarmi a fondo. Ogni mattina dalle sette in poi mi sono messo in movimento” ha spiegato Scott Redding ospite via Instagram dell’associazione benefica “Two wheels for Life”. “All’inizio è stato difficile, mi sembrava di essere un pensionato in vacanza. Per cui mi sono dato un obiettivo, perdere peso. Ho buttato giù cinque chili, un qualcosa che mi aiuterà in seguito.” Già: i tecnici della Ducati saranno molto felici di ritrovare un Redding più leggero rispetto all’Australia

Pronti a ripartire

Ho visto che nei giorni scorsi a Misano qualcuno è già sceso in pista, e anche Jonas Folger è uscito da qualche parte (a Zeltweg, con la Yamaha R1, ndr). Anche in Gran Bretagna stanno riaprendo le piste, da lunedi 18 maggio sarà di nuovo possibile prenotare turni. Anch’io non vedo l’ora, la Ducati ha già fatto un piano e sono convinto che fra un paio di mesi torneremo a corrrere di nuovo. Voglio continuare da dove siamo rimasti in Australia.” 

“Ho margine e fame”

“A Phillip Island è andato come speravo, ho fatto tre volte il podio e segnato il giro veloce. Direi che come punto di partenza non c’è male. Non ho preso grandi rischi, non volevo sbagliare assolutamente. Non siamo andati lontani dalla vittoria e credo che nelle prossime gare il nostro obiettivo sarà questo. Ho molta fame.” 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Kawasaki

Superbike: Test Aragon, quanto andrà veloce la nuova Kawasaki?

Superbike

Superbike: Il calendario Mondiale 2021 è ancora un mistero

Superbike, Andrea Locatelli

Superbike, Andrew Pitt assicura “Andrea Locatelli andrà forte”