Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding suona l’allarme: “Accadono cose inspiegabili”

Scott Redding 5° dopo il venerdì di prove libere Superbike a Donington. Troppe le difficoltà riscontrate dal britannico con la sua Ducati Panigale V4R.

2 luglio 2021 - 21:33

Il venerdì di Superbike a Donington si chiude con il 5° crono per Scott Redding. Il britannico della Ducati è chiamato al riscatto sul suo circuito di casa, dopo non aver conquistato nessun podio a Misano. 45 i punti che lo dividono in classifica da Jonathan Rea, vietato commettere errori in questo quarto round. Al termine della prima giornata di prove libere l’ex pilota MotoGP si pone una domanda: “Continuo a chiedere perché la moto è così irregolare. Se funziona, posso lottare per le vittorie abbastanza comodamente. In caso contrario, sono a miglia di distanza. In qualche modo dobbiamo trovare un equilibrio migliore“.

Problemi in casa Ducati

Tanti i fattori che mettono a repentaglio l’equilibrio della Panigale V4R. Dopo il day-1 a Danington suona un campanello d’allarme nel box di Scott Redding, che resta comunque il più veloce del marchio. “Inciampiamo qui come a Misano, ma questa volta abbiamo altre preoccupazioni. L’anno scorso eravamo anche irregolari, ma non era male. Ora stiamo inciampando da una pista all’altra“. Sei decimi il distacco da Garrett Gerloff, il più veloce nella classifica combinata. “Devo combattere in ogni curva. Mi limito a scivolare, il che rende imprevedibili le reazioni della moto. Cerco di prendere le contromisure con forza, costringendo la moto a fare cose che non vuole fare. E non so perché sia ​​così“.

Inizia in salita il week-end inglese di Superbike per Scott Redding, che dovrà trovare delle contromisure in ottica gara. “Non è quello che mi aspettavo – ha aggiunto Scott Redding -. Mi chiedo se sia dovuto a qualcosa che abbiamo cambiato dall’anno scorso a quest’anno e non lo vediamo nei dati. Mi accadono cose mai accadute prima. Come ad esempio l’aderenza sulla ruota posteriore si interrompa improvvisamente. Mi è successo tre volte qui“. Non un buon segno per il team Ducati.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” Bestseller su Amazon Libri

1 commento

FRA 1988
23:56, 2 luglio 2021

La bandiera bianca di resa già sventolata da Redding..
Stia attento che Rinaldi può dargli ancora la paga e
sarebbe clamoroso.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Scott Redding in Catalunya

Superbike, Scott Redding: “Mi sento in colpa per il sorpasso a Bassani”

Superbike, Razgatlioglu contro Rea

Superbike, sfortuna Razgatlioglu: cosa è successo alla Yamaha R1

Ducati, Superbike

Ducati, è un sabato da impazzire: doppietta MotoGP e tripletta Superbike