Superbike, Sandro Cortese

Superbike, Sandro Cortese l’intervento alle vertebre è andato bene

E' perfettamente riuscita l'operazione di riduzione delle fratture vertebrali accusate da Sandro Cortese caduto durante gara 1 Superbike a Portimao

9 agosto 2020 - 9:45

Ha avuto pieno successo l’intervento chirurgico cui è stato sottoposto Sandro Cortese, pilota del team Kawasaki Pedercini ferito al termine di gara 1 della Superbike a Portimao. La struttura medica del Mondiale ha comunicato che il 30enne pilota tedesco è stato sottoposto ad artrodesi alle vertebre lesionate nella caduta, a livello di T5-T7 e T8-T9. Esami più approfonditi hanno anche portato in evidenza la frattura di quattro costole, sul lato destro, e la sospetta frattura della caviglia destra.

Non ci sono problemi al midollo spinale

I medici confermano che le fratture vertebrali non hanno causato problemi neurologici, quindi Sandro Cortese potrà rimettersi in piedi in tempi relativamente rapidi. La botta però è stata molto dura e le conseguenze più serie di quello che sembravano in un primo momento. Sandro infatti non ha mai perso conoscenza.  Causa del botto il contatto fortuito all’ultimo giro della Superbike con Leandro Mercado e violento impatto contro il muro di protezione. Vista la situazione, dopo un rapido controllo al centro medico del circuito, Cortese era stato trasportato all’ospedale di Faro, dov’è stato operato.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding: “Mondiale difficile al primo tentativo”

ana carrasco

Ana Carrasco, inizia la riabilitazione: le cicatrici sulla schiena

Superbike, Garrett Gerloff

Superbike: Garrett Gerloff scala il podio, e se fosse solo l’inizio?