Superbike, Eugene Laverty

Superbike Magny Cours, Eugene Laverty che Superpole! Doppietta BMW

BMW centra una clamorosa doppietta in Superpole con Eugene Laverty davanti a Tom Sykes. Prima fila completata da Jonathan Rea con il Mondiale nel mirino

3 ottobre 2020 - 11:33

Che colpo Eugene Laverty! Messo brutalmente alla porta da BMW, l’irlandese ha arpionato la Superpole di Magny Cours, battendo il compagno di marca Tom Sykes a confezionare la doppietta della marca tedesca. La prima fila di gara 1 sarà completata da Jonathan Rea, che ha azzeccatto alla perfezione la strategia ma alla fine del giro finale tutto-o-niente ha pagato 184 millesimi. Per Laverty si tratta della quarta pole in carriera, non partiva davanti a Portimao 2018, quando correva con l’Aprilia. La qualifica si è disputata su pista bagnata, ma con un pallido sole. Per cui l’asfalto è andato asciugandosi con il passare dei minuti, rendendo ancora più elettrizzante la sfida. Eugene Laverty è a piedi, nel 2021la BMW lo sostituirà con Michael van der Mark.

Michael Rinaldi ancora miglior ducatista

Il 24enne riminese, settimo, ha mancato di poco la seconda fila, che sarà formata da Alex Lowes, Garrett Gerloff (primatista del venerdi) e Michael van der Mark. Sempre più convinto dei propri mezzi, Rinaldi è comunque il migliore delle Ducati: Scott Redding dovrà scattare in quarta fila (decimo tempo), e da lì in mezzo sarà assai arduo complicare i piani di un Jonathan Rea che si è messo nella posizione ideale per compiere un altro passo verso il sesto titolo iridato. Redding ha preso paga anche da Chaz Davies, che chiuderà la terza fila (nono).

Alvaro Bautista sconfortante 

La Honda HRC resta tristemente ancòrata nelle posizioni di coda. Alvaro Bautista proprio non riesce a trovare il filo in questo week end, che sta disputando con il quinto metatarso del piede destro fratturato nella rovinosa caduta in Superpole Race del precedente round in Catalunya. Va bene la scarsa attitudine con il bagnato, ma ritrovare in fondo alla classifica (diciassettesimo tempo!)  un pilota di questo calibro lascia interdetti. Cos’è che non sta andando per il verso giusto fra Alvaro Bautista e la nuova Honda Fireblade? Con la stessa moto, invece, Leon Haslam si sta difendendo: undicesimo.

Gara 1 sul bagnato?

La prima sfida del week end francese scatta alle 14:00, le previsioni danno alta possibilità di pioggia. Sarebbe la prima volta che si corre sul bagnato in questa stagione, condizione simile a quella che i piloti hanno già sperimentato nelle due sessioni del venerdi (qui i risultati). Da ricordare che Pirelli ha introdotto una nuova copertura rain, che ha riscosso apprezzamento generale. Molto bene anche il nuovo asfalto di Magny Cours, che sta garantendo una tenuta più che soddisfacente anche in condizioni di bagnato pesante.

Foto: Diego De Col 

1 commento

marcogurrier_911
13:46, 3 ottobre 2020

Buon divertimento a tutti
Prima fila con L acerrimo nemico Tom e L armata Motorrad

POTRESTI ESSERTI PERSO:

rinaldi superbike

Superbike, Michael Rinaldi: “Sorpreso dalla Ducati Panigale V4 R 2020”

Superbike, BMW

Superbike: van der Mark in BMW e Davies a piedi, che senso ha?

Superbike: Andrea Locatelli, primo contatto con la R1. “Moto bella e potente!”