Superbike, Jonathan Rea a Portimao

Superbike, Jonathan Rea vola: “Modifica cruciale per la nostra moto”

Jonathan Rea segna il miglior crono nel venerdì di Superbike a Portimao. Kawasaki ha apportato una modifica cruciale alla ZX-10RR per preservare le gomme.

1 ottobre 2021 - 20:46

Jonathan Rea non può sbagliare a Portimao e il venerdì di libere Superbike comincia subito con il piglio giusto. Miglior crono al mattino e nelle FP2, Toprak Razgatlioglu distaccato (o incollato) a tre decimi. Ma i punti si cominciano ad assegnare sabato ed è lì che il nordirlandese non deve fallire. Il circuito portoghese sulla carta è terreno di conquista per il sei volte iridato, conta 12 vittorie in carriera. “Sono contento del nostro lavoro. Tra le due sessioni abbiamo apportato alcune modifiche cruciali alla nostra moto, che mi hanno fatto sentire molto più a mio agio, meglio che mai in questa stagione“.

Kawasaki all’attacco nelle libere

Sarà gara-1 a confermare le buone sensazioni con la Kawasaki ZX-10RR, una moto che sembra stagnante in termini di sviluppo. Pepe Riba ha spiegato come i problemi risalgano all’inizio del Mondiale, con i 500 giri motore tagliati secondo regolamento. L’aggiornamento apportato nella giornata odierna potrebbe garantire più grip a Jonathan Rea, rendere la moto più stabile in entrata di curva. Riuscirà a sfruttare al meglio la gomma soft? “Normalmente il grip diminuisce dopo un po’, ma sono riuscito a mantenere in vita le gomme. Ora sono entusiasta di vedere cosa possiamo fare sabato. Mi sento pronto, anche se abbiamo ancora qualche cambiamento in programma. Questa bella sensazione non sarebbe potuta arrivare in un momento migliore“.

Secondo crono di giornata per il compagno di squadra Alex Lowes, più veloce di Toprak in entrambe le sessioni di prove. A Jerez ha dato forfait in gara-2 per un problema al polso. Se nel week-end riuscisse ad esprimersi a certi livelli sarebbe una manna dal cielo per Jonathan Rea, che deve guadagnare punti sul turco della Yamaha per continuare ad ambire al titolo Superbike. “Alex è solo un po’ più lento di me ed è ancora infortunato. È un tipo dannatamente forte. Dimostra anche che la nostra moto funziona bene, sono felice che sia davanti e spero lo sia anche in gara“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Foto: Silvio Tosseghini

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Mandalika

Superbike: Gran finale, a che punto è il Mandalika Street Circuit?

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding: il salto nel vuoto con BMW

motogp 2021

MotoGP/SBK: cambia il limite d’età per Mondiali e campionati minori