Jonathan Rea, Superbike

Superbike, Jonathan Rea: “Misano è come fosse casa mia”

Jonathan Rea sbarca da favorito nella Superbike a Misano: qui ha già vinto otto volte, sette con la Kawasaki. Ma la Ducati non può fallire l'occasione: supersfida in vista

8 giugno 2021 - 11:35

La Superbike approda a Misano e prepara un week end eccitante: la Ducati dovrà vincere per recuperare terreno in un Mondiale già in salita. Ma far vacillare Jonathan Rea è difficile dovunque, in riva all’Adriatico ancora di più. Nell’unica tappa italiana del campionato 2021 il fattore campo pende più dalla parte del 34enne nordirlandese che per la Rossa. Il World Circuit è terreno di caccia del Cannibale, che qui ha vinto otto volte. Compresa la prima, ormai storica prima volta del 2009, quando era rookie del Mondiale e guidava la Honda Ten Kate. Da allora Jonathan Rea ha firmato altre 102 gemme, quattro in questo folgorante inizio di campionato in sei gare disputate. Siamo appena partiti, ma la Kawasaki ha già 35 punti di vantaggio sulla Yamaha di Toprak Razgatlioglu e 38 sul ducatista Scott Redding. Niente di irrecuperabile, per carità: ma il britannico ex MotoGP dovrà cambiare l’inerzia prima che sia troppo tardi.

“Qui sono come a casa”

Jonathan Rea oltre al circuito ama anche la Romagna. Di solito qui arriva in consistente anticipo, viaggiando insieme alla sua famiglia, per concedersi anche qualche giorno in spiaggia, come un turista qualunque. “Si, mi piace molto questo posto, mi piace godermi il mare, il cibo, il posto e anche i fans” ricorda JR1. Già, in Italia il numero di estimatori del sei volte iridato cresce allo stesso ritmo delle sue vittorie.  La sua biografia, uscita nella nostra lingua nel maggio 2019, è ancora stabilmente fra i libri di motociclismo più venduti. Lo scorso anno, causa pandemia, la Superbike da Misano non è passata. Quindi piloti e squadre ripartono da capo, in particolar modo la Kawasaki che ha una Ninja profondamente rinnovata da quella che qui corse nel 2019.

Il fattore doppia gomma SCX

Per aggiungere ulteriori incognite la Pirelli a Misano introdurrà una seconda gomma SCX, cioè morbidissima da gara: ha la stessa mescola della “standard” ma una struttura più dura. Jonathan Rea e la Kawasaki finora hanno vinto usando la SC0, che essendo più dura dovrebbe avere un gap di 3-4 decimi a giro rispetto alla SCX. Sarà interessante scoprire se la SCX “sviluppo” sarà più adatta alla Ninja. “All’Estoril abbiamo capito come migliorare la “finestra” di temperatura ideale per le gomme, andiamo verso gare molto calde e penso che questo sarà un fattore che ci potrà dare ottimi frutti” confida Jonathan Rea. “Dopo che è stata riasfaltata Misano mi dà sensazioni differenti da prima, ma le cose non sono cambiate di molto, andiamo ancora molto forte. Non vedo ora di scendere in pista. Mi fa molto piacere anche che ci saranno di nuovo i tifosi”.

Capienza in aumento?

Al momento gli organizzatori hanno messo in vendita mille posti di tribuna per ciascuna delle tre giornate. Ma confidano di ottenere l’autorizzazione per una capienza di diecimila spettatori al giorno, ovviamente ammessi con tutte le misure di prevenzione dettate dalla situazione. Annunci ufficiali sono attesi nelle prossime ore.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” Bestseller su Amazon Libri

1 commento

FRA 1988
12:07, 8 giugno 2021

Rea ha siglato 8 vittorie a Misano…
Redding e Razgatlioglu dovranno tirar fuori ogni decimo del loro talento per provare a contrastarlo.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

ana carrasco

Ana Carrasco, il ritorno della ‘guerriera rosa’. “Una gara pazza!”

Superbike, Michael Rinaldi

Superbike: Fate largo a Michael Rinaldi, il pilota operaio

Superbike, Toprak Razgatlioglu

Superbike, Toprak Razgatlioglu al posto di Valentino Rossi?