Jonathan Rea

Superbike: Jonathan Rea, adesso è un’offensiva

Il Cannibale galvanizzato dal tris di Donington e dalla leadership Mondiale. Anche a Laguna Seca sarà il pilota da battere

9 luglio 2019 - 9:24

Jonathan Rea ha ingoiato rospi per mesi, prendendo mazzate considerevoli dall’ Alvaro Bautista vinci-tutto d’inizio stagione. Ma gli ultimi round hanno dato la svolta al Mondiale, in particolare Donington. E’ stata la prima volta che la Ducati non ha vinto, e il tris del Cannibale ha ribaltato tutto. Adesso è Jonathan Rea che comanda il Mondiale, con 24 punti di margine sullo spagnolo. Impressionante la striscia positiva: va a punti da 33 corse consecutive.  Il 32enne nordirlandese non si tiene più. “Laguna Seca è un’altro tracciato dove possiamo andare all’attacco, un anno fa lì mi sono molto divertito (doppietta, ndr) e la prospettiva di fare bene c’è. Dopo ci sarà la pausa estiva, è un appuntamento che dobbiamo sfruttare al massimo.

Significa che Jonathan Rea va in America con l’idea di continuare la striscia positiva, e incrementare ancora il bottino. “Perchè le gare finali del Mondiale saranno una storia diversa, la Ducati ha un supermotore e probabilmente in Argentina e Qatar il pronostico sarà segnato. Per questo bisogna mettere fieno in cascina adesso. A livello tecnico la Kawasaki e la mia squadra stanno lavorando benissimo. Non abbiamo grandi margini di miglioramento tecnico, il regolamento non ce lo consente, ma nelle ultime uscite siamo riusciti a sfruttare al massimo il potenziale, in ogni condizione. Adesso bisogna continuare così.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Sandro Cortese

Superbike: Sandro Cortese a piedi “Magari vado in Endurance”

Jonathan Rea, In Testa

Jonathan Rea, “In Testa” anche per Natale

Superbike, Toprak

Superbike: Yamaha 2020 solo per Toprak e van der Mark