Jonathan Rea

Superbike: Jonathan Rea, adesso è un’offensiva

Il Cannibale galvanizzato dal tris di Donington e dalla leadership Mondiale. Anche a Laguna Seca sarà il pilota da battere

9 luglio 2019 - 9:24

Jonathan Rea ha ingoiato rospi per mesi, prendendo mazzate considerevoli dall’ Alvaro Bautista vinci-tutto d’inizio stagione. Ma gli ultimi round hanno dato la svolta al Mondiale, in particolare Donington. E’ stata la prima volta che la Ducati non ha vinto, e il tris del Cannibale ha ribaltato tutto. Adesso è Jonathan Rea che comanda il Mondiale, con 24 punti di margine sullo spagnolo. Impressionante la striscia positiva: va a punti da 33 corse consecutive.  Il 32enne nordirlandese non si tiene più. “Laguna Seca è un’altro tracciato dove possiamo andare all’attacco, un anno fa lì mi sono molto divertito (doppietta, ndr) e la prospettiva di fare bene c’è. Dopo ci sarà la pausa estiva, è un appuntamento che dobbiamo sfruttare al massimo.

Significa che Jonathan Rea va in America con l’idea di continuare la striscia positiva, e incrementare ancora il bottino. “Perchè le gare finali del Mondiale saranno una storia diversa, la Ducati ha un supermotore e probabilmente in Argentina e Qatar il pronostico sarà segnato. Per questo bisogna mettere fieno in cascina adesso. A livello tecnico la Kawasaki e la mia squadra stanno lavorando benissimo. Non abbiamo grandi margini di miglioramento tecnico, il regolamento non ce lo consente, ma nelle ultime uscite siamo riusciti a sfruttare al massimo il potenziale, in ogni condizione. Adesso bisogna continuare così.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Troy Bayliss 3 volte campione Superbike

Superbike, Troy Bayliss: il vero motivo del ritiro dalle corse

Superbike Kawasaki

Superbike, test Portimao “La Kawasaki va più forte sul dritto”

Superbike Eugene Laverty

Superbike, Eugene Laverty “Nuova BMW più potente ma la strada è lunga”