Superbike, Jonas Folger

Superbike: Jonas Folger ufficiale Yamaha, nel 2021 a fianco di Toprak?

Jonas Folger correrà la Superbike al Montmelò con la Yamaha ufficiale. Nel 2021 potrebbe essere il tedesco ex MotoGP ad affiancare Toprak Razgatlioglu

17 settembre 2020 - 8:33

Jonas Folger sarà la grande novità della Superbike 2021. Il pilota tedesco disputerà tutto il Mondiale con la Yamaha YZF-R1 e molti dettagli lasciano supporre che sarà proprio lui ad affiancare Toprak Razgatlioglu nella formazione ufficiale. Folger quindi potrebbe aver bruciato la concorrenza “interna” con Loris Baz, che aspirava alla promozione ma invece sembra destinato a restare in Ten Kate. Intanto il team MGM con cui sta dominando la scena nella Superbike tedesca sta già cercando un altro pilota.

Quanto supporto per Jonas

Jonas Folger, 27 anni, correrà questo fine settimana a Barcellona. Sarà una partecipazione una tantum, quello che resta dell’intenso programma di avvicinamento che Yamaha Europa aveva stabilito prima della pandemia. Il tedesco, nei piani originali, avrebbe dovuto debuttare ad Assen in aprile, evento poi cancellato, e in tutto avrebbe dovuto correre tre round. Sarebbe stata la preparazione perfetta per l’impegno 2021. Ma per convincere Yamaha della bontà del progetto sono bastate le dieci vittorie su dieci che Jonas ha collezionato (per adesso….) nell’IDM, la Superbike tedesca. Un campionato dove ha trovato due-tre avversari di buon livello e nel quale BMW ultimamente dominava la scena. A Barcellona Folger correrà con una YZF-R1 “factory”, la stessa con la quale Niccolò Canepa ha svolto i test di sviluppo. Quindi il top dell’armamentario tecnico disponibile.

Elettronica factory

Nel sesto round Mondiale la Yamaha di Jonas Folger sarà gestita in pista dal team MGM dell’ex pilota Michael Galinski, antenna Yamaha nell’IDM. Ma il pacchetto tecnico sarà ufficiale, inclusa l’elettronica: l’ingegnere dedicato di MGM ha trascorso  alcuni giorni nella sede Yamaha per essere aggiornato sulla gestione dei software che Yamaha utilizza nel WorldSBK sulla centralina Magneti Marelli. Ricordiamo che nell’IDM Jonas Folger e la sua squadra corrono con una YZF-R1 pressochè Stock, mentre nel Mondiale l’elettronica è libera.

Jonas, di cosa sarà capace?

Nel 2017 stava disputando una stagione da rookie in MotoGP sensazionale con la Yamaha M1 di Tech 3. Al Sachsenring, la gara di casa, aveva artigliato il secondo posto, a soli tre secondi da Marc Marquez. Sembrava l’inizio di una storia sportiva formidabile, invece Jonas si era dovuto fermare per la sindrome di Gilbert, superata solo dopo lunghi mesi di terapia costati la rinuncia alla stagione 2018. Dopo qualche timida apparizione 2019 in MotoGP e qualche mese di attività come tester Yamaha MotoGP, quest’anno la carriera  è ripartita alla grande. Folger è salito per la prima volta in sella alla Yamaha ufficiale mercoledi 16 settembre nel box di Barcellona, cominciando a sistemare comandi e posizione in sella. Venerdi avrà solo 110 minuti (due sessioni) per prendere il ritmo con una moto assai più complessa della R1 dell’IDM. Il giorno dopo si getterà nella mischia: sarà molto intrigante vedere di cosa sarà capace.

Foto: IDM 

2 commenti

Anonimus
12:34, 17 settembre 2020

E il Loca?? Se lo fanno scappare?

Ringhietto
11:34, 17 settembre 2020

Baz ha fatto buone cose con una moto “privata” ma ha anche accumulato tanti (troppi) zero.
Credo che il Team Yamaha ufficiale abbia ancora troppo vivo il ricordo degli zeri di Sam Lowes per volersi portare a casa un altro pilota a rischio…

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Andrea Locatelli

Supersport Catalunya, Gara 1 Andrea Locatelli quarto nel caos Vince Andy Verdoia

Superbike, Jonathan Rea

Superbike Catalunya, Dove siete ragazzi? Jonathan Rea vince gara 1

Superbike

Superbike Catalunya: Jonathan Rea arpiona la 27° Superpole, Ducati indietro