Superbike

Superbike, Garrett Gerloff innesca il filotto BMW (VIDEO)

Le due BMW protagoniste in Superpole subito fuori alla prima curva nell'incidente innescato da una toccata di Garrett Gerloff ai danni di Tom Sykes. I tedeschi non l'hanno presa bene

3 ottobre 2020 - 15:46

Qui il video dell’incidente alla prima curva

La BMW, per la prima volta, aveva piazzato le due S1000RR davanti a tutti in griglia di partenza. Ma la gioia per la Superpole di Eugene Laverty davanti al compagno Tom Sykes è durata pochi metri. Alla prima curva di gara 1 del round Superbike a Magny Cours una rovinosa carambola le ha tolte entrambe di scena.

La dinamica dell’incidente

Tom Sykes si era staccato benissimo, ma Jonathan Rea partito dalla terza casella è riuscito ad infilarsi per primo nella curva sinistra, con una frenata assai decisa. Dietro di lui anche Garrett Gerloff ha tentato l’identica manovra, entrando all’interno di Tom Sykes. Il contatto è stato lieve, ma catastrofico. Il britannico ha perso il controllo, finendo direttamente addosso al compagno Eugene Laverty che stava sfilando in linea esterna. Le due BMW si sono semidistrutte carambolando nella via di fuga, in particolare quella di Tom.

Commissari salomonici 

L’incidente è finito sotto gli occhi dei giudici, ma il metro in Superbike è assai diverso rispetto alla MotoGP. Garrett Gerloff l’ha fatta franca, ma in BMW non l’hanno mandata giù. I nervi dentro il box anglo-tedesco erano a fior di pelle. Nel proseguo della gara l’americano è caduto per conto suo, tentando di tenere il ritmo di Rea e Baz. Trasportato al centro medico per un controllo, è stato dichiarato “fit” per le due gare domenicali. In Superpole Race si ripartirà con lo stesso schieramento: la speranza è di non assistere ad una resa dei conti.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

pirovano piro replica r1 superbike

Superbike: All’asta la ‘Piro’ Replica R1, omaggio a Fabrizio Pirovano

Superbike, Redding e Davies

Superbike, Scott Redding: “Ducati, adesso abbiamo un problema”

Superbike, Chaz Davies

Superbike, Chaz Davies licenziato da Ducati “Nessuno mi ha spiegato perché”