Superbike, Jonathan Rea

Superbike Assen, gara 1: Jonathan Rea fa tredici e torna in vetta

Jonathan Rea trionfa ad Assen per la 13° volta, meglio del mito Carl Fogarty. Sul podio Redding e Toprak. Gara interrotta a due giri dalla fine per caduta di Jonas Folger

24 luglio 2021 - 14:35

Jonathan Rea batte il record di dodici vittorie ad Assen del mito Carl Fogarty e riscrive un’altra pagina di storia Superbike. Una prestazione di grandissima energia quella del Cannibale, che aveva bisogno di una prova di forza per rimediare il passo falso di Donington, riprendersi la vetta mondiale e rimettere un pò a cuccia l’indomito Toprak Razgtalioglu. Il turco stavolta ha preso paga anche da Scott Redding. La corsa è stata fermata a due giri dalla fine per caduta di Jonas Folger. Il tedesco  è rimasto immobile   nella via di fuga, subito soccorso dai sanitari. Dopo qualche minuto il pilota BMW è stato trasportato al centro medico: è cosciente.

Fuga per la vittoria

Jonathan Rea era in pole con Toprak Razgtalioglu a fianco, era facile immaginare che all’inizio il turco sarebbe stato particolarmente aggressivo. Infatti ha sorpreso il Cannibale, che però è tornato davanti al primo passaggio al tornante dietro ai box, dov’era super incisivo. Toprak ha provato a punzecchiare, ma quando la Kawasaki è così a posto, Rea diventa impossibile da battere. Infatti dopo le schermaglie iniziali il sei volte campione è scappato via lasciando Toprak nelle grinfie di Scott Redding, che alla fine è riuscito a domare l’avversario. Adesso Rea, 105 vittorie in carriera, sesta in stagione (in 13 corse)  torna a + 7 punti su Toprak, Redding è terzo con -69 punti dal vertice. Per la Ducati sarà dura risalire.

Quante cadute, paura per Folger

Voli pazzeschi durante questa gara. Il primo è stato Alvaro Bautista alla curva 8, imitato il giro successivo da Michael Rinaldi partito lancia in resta ma finito nella sabbia mentre provava a tenere contatto con Toprak e Redding. Impressionante anche la scivolata di Lucas Mahias nella parte veloce, con la Kawasaki Puccetti ribalzata vicino al pilota ad altissima velocità. Jonas Folger è caduto alla curva sei mentre stava disputando la migliore gara dell’anno, era settimo appena superato da Garrett Gerloff, in rimonta furiosa dall’ultima posizione conseguenza dell’incidente in Superpole. Il tedesco è rimasto immobile, con gara subito arrestata per prestargli soccorso. “Folger è cosciente” hanno comunicato gli organizzatori: ulteriori controlli verificheranno se ci sono danni.

Andrea Locatelli quinto, domani doppia resa dei conti

Assen ha premiato i progressi di Andrea Locatelli, quinto con l’altra Yamaha ufficiale. E’ andato molto forte anche Michael van der Mark, quarto e miglior BMW: per larghi tratti ha girato forte come i tre davanti, fosse partito più avanti… Assen adesso aspetta con trepidazione le due sfide domenicali: la sprint alle 11 (10 giri) e gara 2 alle 14, sulla stessa distanza odierna, cioè 21 giri. Qui il programma degli orari TV e streaming. Il meteo annuncia un drastico peggioramento: i team sono già pronti per affrontare una domenica di bagnato pesante. Pirelli, fornitore unico della Superbike, ha portato doppia soluzione rain sia anteriore che posteriore. Sarebbe la prima volta che quest’anno si corre sotto la pioggia.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Foto: Silvio Tosseghini

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike Toprak

Superbike Jerez gara 1: Toprak suona la nona, Rea 2° ma non molla

Superbike, Jonathan Rea a Jerez

LIVE Superbike Jerez: vince Toprak, Rea-Redding sul podio

Superbike, Michael Rinaldi

Superbike Jerez: motori riaccesi, Michael Rinaldi warm up promettente